Archivio tag: pordenone

ORTOGIARDINO COMPIE 30 ANNI

Festeggiato da più di trecento espositori e da oltre 60.000 visitatori attesi da tutto il Triveneto e da Slovenia e Croazia, compie 30 anni Ortogiardino, il Salone dell’ortoflorovivaismo in calendario alla Fiera di Pordenone da sabato 1 a domenica 9 marzo. Un appuntamento che è ormai diventato una tradizione per tutti gli appassionati del verde e del giardinaggio che attendono la manifestazione per gli acquisti di sementi, piante, fiori, prodotti e attrezzature per rinnovare giardini e terrazze. In queste giornate i 28.000 mq del Quartiere Fieristico si trasformano in un accogliente e variopinto giardino: è bello aggirarsi tra aiuole e giochi d’acqua, laghetti e piante esotiche per scegliere una piantina che abbellirà il davanzale o gli alberi da piantare in giardino. L’attenzione per il verde domestico e la cura dell’orto o del frutteto sono abitudini molto radicate nelle famiglie friulane e venete: questa tendenza è una delle ragioni del successo commerciale della manifestazione, in costante crescita nel numero e nella qualità degli espositori. Insieme con il “Flormart” di Padova, Ortogiardino è indubbiamente la manifestazione leader nell’intero Nord Italia per il settore del giardinaggio e del verde.

Ortogiardino è una festa di primavera ricca di fiori, colori e.. profumi! Pordenone Fiere ha scelto di festeggiare l’importante compleanno della sua manifestazione più amata con una fragrante novità: Soffi di Primavera, il profumo per ambienti di Ortogiardino. Lorenzo Dante Ferro, maestro profumiere di Gradiscutta di Varmo, ha composto appositamente per Pordenone Fiere questa esclusiva essenza per ambiente all’Osmanthus dedicata a tutti gli appassionati di Ortogiardino. La prestigiosa boccetta sarà prodotta in numero limitato e venduta solo all’interno di Ortogiardino in uno stand al padiglione 5: un gadget che ricorderà a tutti la piacevole esperienza della visita in fiera anche nei giorni successivi a casa propria.

Lo spettacolo della primavera va in scena soprattutto nei grandi allestimenti realizzati da architetti del verde che riproducono, in collaborazione con i maggiori vivaisti italiani, giardini e parchi secondo il loro estro e la loro sensibilità. Di particolare impatto il giardino che accoglierà i visitatori al padiglione centrale del quartiere fieristico: si tratta di una realizzazione che riproduce forme geometriche lineari ed eleganti attraverso aiuole con alberi e piante. Ad accompagnare lo stile semplice del giardino, una fontana composta da 12 elementi con salti d’acqua originali. Il visitatore avvertirà la sensazione di camminare sull’acqua grazie al passaggio di vetro che attraversa l’enorme vasca al centro dell’area verde. Il ferro è il materiale di fondo che delimita e disegna le forme di questo giardino e contiene l’acqua, costringendola nei salti dalle colonne e dalle vasche sopraelevate. Il percorso nel giardino accompagnerà il visitatore attraverso un’esperienza di benessere multisensoriale ricca di piacevoli sensazioni uditive, visive e olfattive.

La grande novità della 30^ edizione di Ortogiardino è Il Giardino dei Desideri: un nuovo spazio allestito al padiglione 9, in cui oggetti ed elementi tradizionali dell’arredamento e della vita all’aria aperta si mescoleranno con suggerimenti e proposte esclusive, frutto della creatività e ricerca di artigiani, piccole aziende e garden designer provenienti da diverse regioni italiane e da paesi europei come Francia e Germania. In esposizione mobili, oggetti e attrezzature per arredare e vivere il giardino e gli spazi verdi della casa, selezionati con particolare riguardo alla forza innovativa del design e all’uso intelligente dei materiali, tradizionali e non. Lo spazio è allestito con la formula della mostra mercato e i visitatori potranno acquistare i tutti i prodotti esposti.

Per celebrare l’importante compleanno di Ortogardino farà tappa alla Fiera di Pordenone anche una mostra esclusiva intitolata Da nido a guscio: designer e aziende per la progettazione di arredi per esterni accoglienti, protettivi e trasformisti. Realizzata dalla prestigiosa rivista Ottagono in collaborazione con Sun, il Salone Internazionale dell’Esterno di Rimini Fiere, l’iniziativa ha raccolto i prototipi realizzati sui progetti di 11 designer impegnati nello sviluppo di arredi per esterni in grado di autoproteggersi dalle intemperie tramite trasformazione o uso di materiali particolari. Il successo della mostra ha portato in alcuni casi all’industrializzazione e alla produzione dei pezzi.

Il tema dell’arredamento e della cura del terrazzo e delle aree esterne è sviluppato anche dall’AIAPP – Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio che partecipa ad Ortogiardino 20009 con uno stand al padiglione 5 all’interno del quale vengono presentati esempi di interventi che possono rendere terrazzi e balconi vere e proprie estensioni dello spazio interno all’appartamento. Anche se i metri quadrati a disposizione sono pochi, i progetti presentati dimostrano come, con particolare attenzione a piante, arredo, pavimentazione ed illuminazione, si possono creare confortevoli angoli dove trascorrere il tempo in uno spazio vivibile ed accogliente. Lo stand sarà arredato con fioriere e arredi di design e gli architetti presenti forniranno anche consulenza specifica sulla progettazione.

Raffinate atmosfere si respireranno all’interno di Pordenone Orchidea la mostra mercato dedicata a questo affascinante fiore che festeggia quest’anno la 10^ edizione. Un evento molto atteso dai visitatori di Ortogiardino che potranno ammirare le specie più rare e preziose, ma anche acquistarle e, seguendo i preziosi consigli degli esperti dell’Associazione Orchids Club Italia, provare a farle crescere e fiorire in casa propria. Numerosi gli eventi che si terranno in quest’area allestita al padiglione 5 dove gli appassionati di questo fiore potranno rivivere le atmosfere settecentesche grazie all’esibizione di musicanti e commedianti in abiti d’epoca, ma soprattutto confrontarsi con coloro che condividono la passione per l’orchidea, acquistare rarità assolute o mettere in mostra i propri “pezzi migliori”.

Confermata anche quest’anno al partecipazione di Coldiretti con uno stand di forma circolare che accoglierà le aziende agricole sotto l’insegna del Mercato di Campagna Amica. Sarà un’occasione per i visitatori per degustare e acquistare prodotti tipici del nostro territorio direttamente dagli agricoltori: una garanzia di risparmio nell’acquisto e di genuinità del prodotto .

Grazie ad un’originale iniziativa di ERSA, Agenzia Regionale per lo Sviluppo Rurale, all’interno del padiglione 5 sarà ricreata una vera e propria azienda agricola multifunzionale sul modello indicato dal Piano di Sviluppo Rurale che indica tra le priorità per un’azienda agricola tipo, accanto alla funzione specifica di produttrice di beni, anche la realizzazione di una molteplicità di servizi che spaziano dalla tutela del territorio alla qualità dell’ambiente alla valorizzazione delle tradizioni rurali.

Un ricco calendario di incontri, dimostrazioni, eventi accompagnerà le nove giornate di manifestazione: “Il giardino sostenibile”, è il titolo del convegno organizzato dal Settore Tutela Ambientale della Provincia di Pordenone per trattare il sentito problema della corretta gestione del rifiuto verde proveniente dalle potature dei giardini sia pubblici che privati in programma sabato 14 marzo, mentre domenica 15 marzo si terrà il tradizionale incontro dell’Associazione Apicoltori che farà il punto sull’andamento del settore partendo dallo spunto che fa da titolo al convegno “Dalla legge e dalla tecnica NUOVE SPERANZE PER L’APICOLTURA”. Molte le dimostrazioni e i laboratori dedicati alla cura di piante e fiori a cura di Garden Anna che nel suo stand al padiglione 7 offrirà ad appassionati di giardinaggio preziosi consigli e dimostrazioni pratiche.

E’ una grandiosa festa di compleanno quella che si terrà alla Fiera di Pordenone da sabato 7 marzo con tanti eventi che faranno da contorno a quella che si preannuncia come una delle edizioni più spettacolari di Ortogiardino.

Ortogiardino è aperta al pubblico da sabato 7 a domenica 15 marzo: nei giorni feriali dalle 14.30 alle 19.30; il sabato e la domenica per l’intera giornata, dalle 9.30 alle 19.30.


APRE A PORDENONE FIERE LA 17^ EDIZIONE DI SAMULEGNO CON LA NOVITA’ FOCUS HIGH TECH

Sarà Elio De Anna, assessore regionale, a tagliare il nastro inaugurale che aprirà domani, giovedì 12 febbraio, alle ore 10.30 la 17^ edizione di Samulegno Biennale internazionale delle macchine e tecnologie per la lavorazione del legno in programma alla Fiera di Pordenone fino a domenica  15 febbraio. Oltre 200 le aziende espositrici, metà delle quali presenti direttamente, mentre circa un centinaio interverranno con marchi e prodotti attraverso i loro rappresentanti. Tre i padiglioni coinvolti dal Salone, per un totale di 12.000 mq con il meglio dell’offerta tecnologica nel settore. Sono attesi in visita circa  15.000 operatori dell’industria del mobile e del serramento, provenienti non solo da tutta Italia ma anche dal Centro ed Est Europa. Samulegno  è storicamente una manifestazione “a tutto tondo” dedicata al mobile, il comparto produttivo di maggior importanza nell’economia pordenonese e soprattutto nel “Distretto del Livenza”, un’area tra la provincia di Treviso e quella di Pordenone dove è localizzata una delle principali concentrazioni del settore legno-mobile a livello europeo. “Samulegno è una manifestazione che nel corso degli anni ha saputo consolidare il proprio ruolo nel panorama delle fiere di settore, per quanto quest’anno si trovi a fare i conti con un contesto economico che definire difficile è poco. La filiera legno non è esente dalla stagnazione diffusa e si calcola che, complessivamente, si possa assistere a una contrazione dei volumi di affari fra il 30 e il 40 per cento. Un dato preoccupante, che si traduce in un massiccio ricorso alla cassa integrazione che già da qualche mese preoccupa molte famiglie del nostro territorio.”, il commento di Alvaro Cardin presidente di Pordenone Fiere, che continua, “Tocca a Samulegno aprire a livello fieristico questa stagione: siamo consapevoli che l’edizione 2009 non potrà essere ricordata per il record degli espositori, per quanto ci si attendano conferme sul versante dei visitatori”.
Proprio per far fronte a questa difficile situazione è nato Focus High Tech, un “marchio” destinato a caratterizzare tutte le rassegne dedicate alle tecnologie per le industrie manifatturiere che si terranno nel polo fieristico friulano: dopo Samulegno sarà la volta di Samumetal, dedicato alle industrie alle lavorazioni meccaniche, e Samuplast, evento fieristico riservato alle tecnologie per l’universo della plastica.  Focus high tech, al suo debutto all’interno di Samulegno 2009, si declinerà nelle giornate di fiera in due iniziative: la creazione di un vero e proprio “Percorso dell’innovazione” (con una segnaletica realizzata ad hoc saranno evidenziate macchine, prodotti e tecnologie particolarmente innovative) e una serie di incontri, di seminari e convegni su temi di particolare importanza nella produzione di mobili e lavorazione del legno che concentreranno l’attenzione in particolare sul tema dell’innovazione e delle tecnologie più avanzate. Protagonista e promotore di questo percorso di approfondimento dedicati agli operatori del settore saranno due partner di assoluto prestigio per Pordenone Fiere: CATAS centro di ricerche e sviluppo e laboratorio di prove per il settore del legno e mobile e ACIMALL, associazione nazionale di categoria dei costruttori di macchine per la lavorazione del legno. Il programma di giovedì 12 febbraio prevede tra gli argomenti di maggior interesse: la reazione al fuoco dei materiali, i rivestimenti e i difetti con particolare riguardo ai protocolli delle grandi catene distributive, la dichiarazione ambientale di prodotto, il contenzioso tecnico nel rapporto tra cliente e fornitore, norme per al progettazione dei mobili e consigli tecnici per la scelta degli utensili. Nel programma degli incontri di Samulegno uno spazio sarà riservato anche al Consorzio Universitario di Pordenone, unico ateneo italiano a presentare un corso di specializzazione in grado di formare futuri operatori del settore mobile con un “Curriculum universitario del legno arredo”. E’ proprio questo il titolo del convegno che in tutte le giornate di fiera presenterà il percorso formativo ingegneristico dedicato al settore legno mobile. Un Samulegno diverso, orientato all’innovazione applicata, è quello che si aprirà giovedì 12 febbraio alla Fiera di Pordenone. Da questo Salone che arriva in un momento di forte difficoltà del comparto gli operatori si aspettano stimoli e prospettive per l’attesa ripresa.

 

Samulegno sarà aperto, con ingresso gratuito e riservato agli operatori, da giovedì 12 a domenica 15 febbraio dalle 9.30 alle 19.00

Programma incontri, catalogo espositori e ogni altro dettaglio al segunte link:www.samulegno.it