Archivio tag: milano

UNA GRANDE IPACK-IMA COME LEVA DI COMPETITIVITÀ PER UNA SVOLTA ALLA CRISI

Si apre una grande IPACK-IMA (24-28 marzo, fieramilano), l’edizione probabilmente più significativa degli ultimi anni proprio in virtù delle difficoltà che investono a livello globale il panorama economico in cui trova collocazione.

È una fiera importante nei numeri, grande per il contesto straordinario del “Cosmic Event” – denominazione che gli organizzatori Ipack-Ima spa e Centrexpo spa, hanno scelto per caratterizzare una concentrazione di rassegne unica al mondo, in cui si cala come protagonista, per gli eventi che la arricchiscono in modo inedito per una manifestazione fieristica; e forte, perché fornisce, con la sua completa varietà espositiva di caratura internazionale, e grazie alla presenza massiccia di espositori che provengono da ogni parte del mondo, presupposti e strumenti importanti per reagire alla fase critica delle economie mondiali.

IPACK-IMA 2009 si presenta ancora più utile come strumento di marketing collettivo che mette a diretto contatto la domanda e l’offerta delle tecnologie di processo e confezionamento.

L’eccellenza mondiale dei fornitori di tecnologie food e non food da una parte, e industrie utilizzatrici dell’Europa, del bacino mediterraneo e delle economie emergenti dell’Est e dei Paesi mediorientali dall’altra, si incontrano, fanno business, si scambiano idee e opinioni, formano alleanze dando vita a una delle community più influenti del settore su scala globale.

Cosa si trova in IPACK-IMA? Una gamma estremamente variegata di merceologie, al servizio di tutte le principali filiere industriali. Dodici percorsi tematici che mettono direttamente alla portata del visitatore le innovazioni per lo sviluppo delle filiere complete. 1.400 sono gli espositori provenienti da 35 Paesi, distribuiti su 7 padiglioni, con un elevato tasso d’internazionalità: ben il 30%.


CONCLUSA BIT 2009

Si sono chiusi i battenti della “BIT 2009”, la più importante rassegna europea sul turismo. Confedercampeggio, dopo alcuni anni di assenza, è ritornata a parteciparvi con un proprio stand allocato nell’”Area Camper” del Padiglione 7, contiguo al vasto spazio assegnato all’Assocamp ed ai suoi Concessionari.
“Area Camper” non stava a significare l’esistenza dell’usuale “megaconcessionaria plurimarche”, bensì a voler sottolineare alle migliaia di visitatori che dell’ “Industria Turismo” fa parte integrante e sostanziale anche e soprattutto il turismo itinerante e campeggistico.
Forte l’affluenza di pubblico, ovviamente, interessato principalmente al turismo “fai da te”. Il nostro stand è stato contattato da tanti visitatori amanti del turismo itinerante e campeggistico; favorevoli i commenti per la nostra partecipazione – in rappresentanza dell’intero movimento – unitamente ai venditori ricreazionali.
Non è stata, pertanto, solo un’occasione per presentare prodotti o servizi agli operatori turistici ed al pubblico (nei giorni consentiti), ma anche una opportunità per ricercare nuovi contatti di lavoro e per instaurare nuove forme di collaborazione nell’interesse dei Soci.
Utilissima e significativa la presenza dei campeggiatori italiani e, quindi, di Confedercampeggio.
La vicinanza del nostro stand (piacevolmente supportato dal Presidente della Federazione Campeggiatori Lombardia) a quello dell’Assocamp ha permesso di contattare molte persone che non conoscevamo il nostro mondo e che chiedevano informazioni sull’utilizzo dei veicoli ricreazionali e sugli scopi perseguiti dal nostro Ente. A prescindere dai contatti avuti con curiosi o diffidenti e simpatizzanti, è stato molto bello fare due chiacchiere con diversi nostri soci (in particolare tantissimi provenienti dal Piemonte) che hanno avuto piacere di venirci a salutare.


BIT 2009 – La conferenza stampa

BIT 2009 – La conferenza stampa. Intervista ad Adalberto Corsi, Presidente Fiera Milano, ExpoCTC.


Il progettista Mario Botta si esprime anche su come l’Expo di Shanghai 2010 e Milano 2015 dovrabbo pensare alle loro architetture

Il progettista Mario Botta si esprime anche su come l’Expo di Shanghai 2010 e Milano 2015 dovrabbo pensare alle loro architetture.