Archivio tag: made in italy

Casambiente 2010, fiera dell’arredo

Innovative soluzioni di design made in Italy, proposte d’ arredo di qualità e soluzioni per migliorare l’ efficienza energetica delle abitazioni: sono questi i principi della quindicesima edizione di CASAMBIENTE 2010, la storica Mostra dell’Arredamento di Villa Castelbarco Albani.
Durante i due weekend in cui la manifestazione prenderà corpo, 5-6-7 e 12-13-14 marzo, i visitatori potranno vivere una nuova e completa esperienza d’arredo, alla scoperta di molteplici soluzioni per rendere la propria casa calda, accogliente e confortevole con un occhio costante alle ultime tendenze: partendo dallo stile classico, passando per quello contemporaneo e minimalista, fino al design più estremo ed originale.

Nella settecentesca Villa Castelbarco, gli oltre novanta espositori ricostruiranno gli ambienti reali di una casa, offrendo una completa visione del panorama dell’arredamento rigorosamente italiano.

In aumento anche il numero degli espositori che rientrano nel percorso dell’evento collaterale Efficienza Energetica – L’Abitare Intelligente, giunto quest’anno alla quarta edizione e che pone l’accento sulle tematiche legate al risparmio energetico, le fonti rinnovabili e la bioarchitettura.


“Il costante interesse che ruota intorno alle tematiche relative all’ecosostenibilità – afferma Marta Menegardo, responsabile Comunicazione dell’Ente Fiera del Barco – ci ha spinti a riproporre l’evento collaterale sull’efficienza energetica, arricchendo la nostra offerta con nuovi espositori e cercando di creare occasioni significative d’incontro e scambio tra domanda e offerta”.


Conclusa a Milano la Campionaria delle Qualità Italiane

Si è conclusa con pieno consenso degli espositori e dei partecipanti la seconda edizione de La Campionaria delle Qualità Italiane. Ospitata nel quartiere fieristico di FieraMilanoCity l’iniziativa, organizzata da Symbola – Fondazione per le Qualità Italiane in collaborazione con Fiera Milano Congressi e Unioncamere, si è confermata come un appuntamento unico e in controtendenza, un format di originale interesse per raccontare quel made in Italy innovativo e competitivo che attraversa trasversalmente tutti i settori economici, dall’agroalimentare alla meccanica, dalla moda alla comunicazione, dall’architettura ai servizi alle realtà associative.

E proprio questi settori, presentati nelle loro recenti evoluzioni imprenditoriali, sono stati invitati dalla Camera di Commercio di Modena a rappresentare, in uno spaccato sintetico e prestigioso, il dinamismo e la capacità di innovazione del sistema produttivo modenese. CMS spa di Marano sul Panaro ha esibito la sua capacità legata alla meccanica accanto allo sviluppo dei servizi ad essa collegati, e grande successo ha avuto Superlizzy la compattatrice di rifiuti per la raccolta differenziata o per una sola tipologia di rifiuto alimentare; il Consorzio Marchio Storico dei Lambruschi Modenesi ha confermato, con degustazioni mirate, le giuste ambizioni dello “champagne rosso” di eccellenza; il Campus della Moda di Carpi ha confermato il suo ruolo chiave per la rivitalizzazione di un distretto storico del made in Italy chiamato a formare nuove figure professionali utili a innervare i saperi territoriali storici. Infine Raggio Verde, la società cartotecnica e di packaging di Arturo Malagoli, animatore del progetto e fondatore di Symbola, ha presentato la sua ricerca non solo sulle forme ma anche sui materiali a base di canapa, un autentico valore aggiunto che ha reintrodotto nel sistema italiano l’uso di questa fibra per svariate applicazioni. L’esperienza della coalizione capitanata dalla Camera di Commercio di Modena, che tra l’altro ha aderito recentemente a Symbola, conferma la felice citazione di Ermete Realacci a proposito di un proverbio africano, se si vuole andare veloci si va da soli ma se si vuole andare lontano si va con gli altri.

E’ emerso anche in questa occasione il dinamismo, la capacità di innovazione e di rappresentazione che il territorio, e i suoi attori economici, storicamente sanno esibire anche nei giorni più critici di una difficile congiuntura.
Il dialogo tra la storia dei luoghi, l’antropologia e le produzioni contemporanee ha mostrato una volta ancora che Modena, la sua governance e il suo tessuto produttivo diversamente inteso, è e resta un territorio vocato e centrale per la conoscenza e lo sviluppo del sistema economico italiano.


CHARM 2009 alla Fiera di Vicenza

Vicenzaoro Charm, dal 16 al 20 maggio, seduce e affascina attraverso il più convincente degli argomenti: il gioiello. Lo stile, il design e l’accuratezza della manifattura del gioiello made in Italy si riaffermano protagonisti e rilanciano sul mercato mondiale la creatività e l’abilità tecnica dei nostri produttori. Oltre 1400 aziende presentano le collezioni estive e le anticipazioni delle tendenze del prossimo autunno-inverno, durante l’edizione primaverile delle mostre internazionali di Fiera di Vicenza. Per gli oltre 10.000 operatori un appuntamento irrinunciabile, oggi frutto di speciali collaborazioni con prestigiosi Partners del mondo della moda e dell’architettura.

Fiera di Vicenza Spa Via dell’Oreficeria,16 – 36100 Vicenza T. +39 0444-969.111 – Fax +39 0444-969.000 info@vicenzafiera.it

www.charmevent.it


MICAM SHOEVENT CHIUDE CON 36.555 VISITATORI

 

Si chiude con un calo contenuto nel numero dei visitatori accreditati, 36.555 in totale ( -5,7% sull’analoga edizione del 2008), l’appuntamento con MICAM ShoEvent, il salone dedicato alle calzature di livello alto e medio-alto organizzato dall’Associazione Nazionale Calzaturifici Italiani negli spazi di Fiera Milano Rho dal 4 al 7 marzo.

Si può quindi dire che il salone, con questo risultato, conferma di essere il punto di riferimento internazionale per il settore calzaturiero anche in un momento di grave crisi dei mercati. Sono stati infatti 17.610 i visitatori italiani e 18.945 quelli stranieri, rispettivamente -1,5% e -9,4% a confronto del febbraio 2008.

“Non abbiamo mai nascosto che ci stavamo avvicinando all’apertura del salone con qualche preoccupazione – commenta il presidente di ANCI Vito Artioli. Adesso, in chiusura di manifestazione, posso esprimere comunque soddisfazione per queste giornate di lavoro. Soddisfazione perché, in questa congiuntura, questo dato è comunque un dato positivo rispetto all’andamento molto negativo degli ultimi mesi dei mercati internazionali e quindi un segnale di speranza per tutto il settore e una affermazione del ruolo di MICAM. Ma è soprattutto importante sottolineare che lo strumento fieristico si riconferma come uno strumento di marketing fondamentale che consente alle imprese di mostrarsi sul mercato e al tempo stesso ai buyer di verificare la più ampia offerta. In momenti di grande indeterminatezza dei mercati, inoltre, i compratori hanno dimostrato di scegliere gli appuntamenti consolidati e con un uno spettro completo di proposte.”

1611 espositori, dislocati su una superficie espositiva totale di 72.474 metri quadrati hanno presentano a MICAM le collezioni per l’autunno/inverno 2009/2010. Fil rouge di tutta l’offerta la qualità e l’alto contenuto moda, punti di forza che sono alla base del ruolo della manifestazione.

Per i compratori di tutto il mondo, è infatti in primo luogo la certezza di trovare al salone i prodotti di punta, che saranno in grado di determinare il successo dei loro punti vendita, il primo motivo di scelta di pianificare gli ordini a MICAM.

Per maggiori informazioni visita il sito www.micamonline.com