Archivio tag: fiera

Casambiente 2010, fiera dell’arredo

Innovative soluzioni di design made in Italy, proposte d’ arredo di qualità e soluzioni per migliorare l’ efficienza energetica delle abitazioni: sono questi i principi della quindicesima edizione di CASAMBIENTE 2010, la storica Mostra dell’Arredamento di Villa Castelbarco Albani.
Durante i due weekend in cui la manifestazione prenderà corpo, 5-6-7 e 12-13-14 marzo, i visitatori potranno vivere una nuova e completa esperienza d’arredo, alla scoperta di molteplici soluzioni per rendere la propria casa calda, accogliente e confortevole con un occhio costante alle ultime tendenze: partendo dallo stile classico, passando per quello contemporaneo e minimalista, fino al design più estremo ed originale.

Nella settecentesca Villa Castelbarco, gli oltre novanta espositori ricostruiranno gli ambienti reali di una casa, offrendo una completa visione del panorama dell’arredamento rigorosamente italiano.

In aumento anche il numero degli espositori che rientrano nel percorso dell’evento collaterale Efficienza Energetica – L’Abitare Intelligente, giunto quest’anno alla quarta edizione e che pone l’accento sulle tematiche legate al risparmio energetico, le fonti rinnovabili e la bioarchitettura.


“Il costante interesse che ruota intorno alle tematiche relative all’ecosostenibilità – afferma Marta Menegardo, responsabile Comunicazione dell’Ente Fiera del Barco – ci ha spinti a riproporre l’evento collaterale sull’efficienza energetica, arricchendo la nostra offerta con nuovi espositori e cercando di creare occasioni significative d’incontro e scambio tra domanda e offerta”.


Fiera Immagina: visitatori in aumento

 

Fiera Immagina: visitatori in aumento

Vien da pensare che l’arte abbia sostituito il mattone, dal momento che pur in una fase di pesante crisi economica, Immagina ha aumentato i suoi visitatori di circa il 10% rispetto all’edizione 2008, arrivando ad un totale di ingressi che supera le 12mila unità. Numeri assolutamente soddisfacenti, specie se paragonati ad altre manifestazioni fieristiche simili in Italia che, invece, hanno portato a casa risultati con segno meno.
Molto apprezzate dai visitatori non solo le opere esposte, ma anche le manifestazioni collaterali, davvero di grande interesse: dall’anticipazione dell’edizione 2010 di Fotografia Europea, incentrata sull’Incanto, alla mostra su Joe Tilson, senza dimenticare la selezione dei più promettenti studenti dell’Accademia di Belle Arti di Bologna.
Archiviata con grande soddisfazione l’undicesima edizione di Immagina, per le Fiere di Reggio Emilia continua senza sosta il programma di manifestazioni: sabato 5 e domenica 6 dicembre arriva una doppia fiera, anzi, tripla. Torna infatti Cambi & Scambi, con il suo modernariato, piccolo antiquariato, collezionismo e curiosità, abbinata come sempre ad una delle più interessanti manifestazioni dedicate al fumetto, ovvero la Mostra Mercato del Fumetto organizzata dall’Arci – Anafi. In più, quest’anno con un unico biglietto sarà possibile visitare anche Shopping, la classica manifestazione reggiana che sarà ovviamente dedicata al Natale.


Tra un pezzo d’antiquariato, un Tex d’epoca o un’idea originale, per un weekend le Fiere di Reggio Emilia si trasformeranno nella vetrina migliore per portare a casa un regalo di Natale davvero originale e conveniente.
Il 2009 fieristico reggiano si chiuderà poi la settimana successiva, il 12 e 13 dicembre, con un’altra manifestazione che richiama sempre un grande pubblico: la fiera dell’elettronica e del radioamatore.


Novità dalla Fiera di Foggia

 

Grosse novità a Foggia: la Fiera di Foggia presenta le sue novità
Riduzione delle tariffe per gli espositori e avvio di incontri istituzionali per redigere un piano strategico che conduca, in un mutato scenario economico, al rilancio della Fiera di Foggia attraverso il suo riposizionamento sul mercato fieristico regionale e nazionale. Questi, unitamente all’approvazione del bilancio di previsione 2010 gli esiti dell’ultima riunione del Consiglio di Amministrazione dell’ente fieristico svoltosi lo scorso 25 novembre 2009.
“E’ stato un CdA fondamentale – ha commentato il presidente Fedele Cannerozzi – perché abbiamo posto le basi per un rilancio effettivo e concreto della struttura. Un rilancio organizzativo e programmatico in qualche modo già inaugurato dalla precedente presidenza e che dovrà dare seguito al riammodernamento strutturale della Fiera, in avanzato stato di attuazione, e fare i conti con la definizione del processo di privatizzazione dell’ente.


Il mutato scenario, dovuto alla crisi economica internazionale, chiede, innanzitutto, ai soci fondatori della Fiera di compiere ogni sforzo a sostegno della Fiera di Foggia, indispensabile, unico ed insostituibile strumento di promozione del territorio e delle sue attività economiche, superando gli egoismi istituzionali e imponendosi di avere una visione più complessiva e meno individualistica dei problemi e dei bisogni cui vogliamo insieme rispondere. Ovviamente – continua Cannerozzi – l’augurio è che questo appello sia raccolto e porti, entro i sei mesi di tempo che ci siamo dati, alla definizione di un articolato piano strategico per la Fiera di Foggia attraverso una larga e partecipata discussione sul territorio che coinvolga tutti i soggetti istituzionali in esso presente”.
Altro elemento di novità è la riduzione delle tariffe per gli espositori, una decisione che il presidente Cannerozzi riassume nella “necessità di venire incontro alle difficoltà oggettive che il sistema impresa sta vivendo in questo periodo. Crediamo che agevolare le imprese nelle strategie di promozione e marketing sia un compito a cui non possiamo sottrarci. La riduzione delle tariffe è un primo, importante passo in questo senso, che siamo sicuri potrà raccogliere il consenso degli imprenditori, anche di quelli provenienti da altri territori”.
“Il documento contabile di previsione 2010 – spiega Cannerozzi – é la traduzione in termini finanziari del rilancio dell’ente. Un bilancio che tende a promuovere nuove iniziative e valorizzare quelle che fanno parte del parterre storico della nostra Fiera. Un rilancio – conclude il Presidente – che necessariamente deve seguire quello strutturale e propriamente fisico dell’ente, in considerazione del fatto che le opere di ammodernamento procedono a ritmo serrato e che presto ci sarà consegnata una Fiera profondamente ridisegnata nella sua fisionomia”.


Incontro, la fiera per far incontrare giovani, lavoro e imprese

 

Il 3 e 4 dicembre in Fiera a Vicenza per “Incontro”, ci sarà anche la Fondazione CUOA. La fiera vicentina conferma con questa edizione l’ennesimo successo, diventando un evento regionale di riferimento sui temi del lavoro, della formazione e dell’orientamento. Alla due giorni sono attesi oltre 22mila visitatori, circa 200 espositori.
Incontro è la fiera principale sui temi del recruiting, della formazione e dell’orientamento.
Da 17 edizioni offre alle aziende l’opportunità di presentare i propri fabbisogni formativi e professionali e di stabilire un primo rapporto con diplomandi, diplomati, laureandi e laureati, ma anche persone con esperienza lavorativa alla ricerca di un nuovo impiego.
La manifestazione si prefigge l’obiettivo di avvicinare i giovani alla ricerca di un primo o nuovo lavoro; a tale scopo i responsabili delle politiche del personale e della formazione presentano l’azienda e forniscono preziose informazioni e indirizzi sulle competenze e le caratteristiche personali ricercate, sui percorsi d’inserimento lavorativo e su tutto ciò che concorre a formare un bagaglio di “istruzioni per l’uso”, utile per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro.


In tale contesto si vengono a conoscere le domande espresse da laureati, diplomati e studenti in uscita dalla scuola media superiore e dall’ Università, ma anche di quei lavoratori con esperienza disponibili a cambiare lavoro.
La manifestazione rappresenta dunque un’ottima occasione per: rispondere al bisogno di informazione ed orientamento di giovani ed adulti alla ricerca di un lavoro o di un nuovo corso di studi e formazione; offrire ai giovani, alle imprese e al sistema formativo un’occasione di incontro e conoscenza reciproca; promuovere la conoscenza degli strumenti e dei servizi per facilitare l’incontro tra domanda ed offerta di lavoro.