Archivio tag: expo

4×4 fest: partenza a tutto gas

Lungo weekend con tante novità, eventi e spettacoli e un pubblico entusiasta. Convegno CNA per discutere sull’aftermarket nel settore dell’auto. Partono le selezioni per Miss 4×4 con tante esibizioni

“Una fiera completa, dinamica, con espositori che credono in questo evento che mette Carrara al centro del mondo del 4×4 che la città accoglie con entusiasmo e che, grazie a CarraraFiere, può scoprir ed apprezzare anche il nostro territorio. Sono eventi come questo che ci spingono ad avere fiducia ed a credere nel lavoro di tanti che si sono impegnati per la riuscita del salone ma anche per dare qualità a un’iniziativa che è un fiore all’occhiello per il nostro territorio che si trova al centro dell’attenzione di un pubblico qualitativo e competente”. Il sindaco di Carrara, Angelo Zubbani, incontrando la stampa al termine della cerimonia ha sottolineato la soddisfazione nel salutare l’undicesima edizione di 4x4Fest, il salone dell’auto a trazione integrale che si svolge a Carrara dal 14 al 16 ottobre.
Soddisfazione condivisa, non solo per i 230 marchi presenti su 25.000 metri quadrati, ma anche per il livello qualitativo di auto ed accessori esposti, da Giorgio Bianchini presidente di CarraraFiere, che ha sottolineato “un successo espositivo che ha un valore ancora maggiore in un momento non certo facile per l’intera economia. La fiducia degli espositori e la loro voglia di essere presenti con mezzi nuovi oltre che con proposte tecniche e commerciali è un motivo di soddisfazione e dimostra che 4x4Fest è ormai divenuta appuntamento di riferimento per il settore sottolineata anche dalla presenza di espositori stranieri.”
Per il direttore di CarraraFiere, Paris Mazzanti, “saranno giornate molto impegnative non solo per gli espositori impegnati nei padiglioni della fiera ma anche per gli appassionati che potranno partecipare ad eventi e iniziative legate al mondo dell’auto a trazione integrale che si svolgeranno tanto all’interno della fiera quanto sul territorio circostante, dalla spiaggia alle cave consentendo escursioni possibili solo in occasione del salone che quest’anno ha come testimonial Andrea Aghini, pilota di rally e protagonista di gare importanti di tout terrain.”
Entusiasta della manifestazione Vincenzo Sapienza, presidente della Federazione Italiana Fuoristrada che in 4x4Fest ha il suo evento di riferimento “ dove abbiamo trovato una grande collaborazione per realizzare iniziative promozionali e istituzionali, utilizzando un grande spazio che ci permette di svolgere anche un’importante attività promozionale”.
Il Salone, subito al centro dell’attenzione di tanti visitatori, offre tutto ciò che di più aggiornato esiste nel settore dell’auto a trazione integrale, ma anche degli accessori e dei servizi specialistici con un programma di eventi e spettacoli a ritmo continuo oltre che occasioni di approfondimento su singole tematiche.
È il caso del convegno su l’Aftermarket nel settore dell’auto, che si terrà sabato 15 ( ore 10, sala convegni Centro Congressi, ingresso numero 5, Via Maestri del Marmo) sui servizi collegati al “post-vendita” nel comparto automobilistico che deve confrontarsi con un’evoluzione tecnologica, normativa e di mercato che ha cambiato il settore dell’auto in tutte le sue componenti coinvolgendo e interessando assistenza, manutenzione e riparazione.

Sempre sabato ( ore 11.30, sala convegni centro servizi) Roberto Lorenzani presenta il volume Fuoristrada, edito da Hoepli, con il quale fornisce un quadro esauriente e completo sul fuoristrada e sulle caratteristiche di guida attraverso l’analisi delle varie tecniche.

Eccezionale il numero di eventi in programma nel corso della giornata di sabato. Ecco una breve rassegna dal link http://www.4x4fest.com/it/eventi/calendario-eventi-1.asp  sarà la giornata di selezione della Miss 4×4 con prove ed esibizioni delle concorrenti nel pomeriggio ma la giornata inizia alle 8.30 raduno al desk ingresso numero 5 per il Land Rover Day, Tour alle Cave di Marmo, in pista inizia la 7° prova campionato italiano Trial 4×4 by FIF Coppa CSAI, Raduno Nazionale by FIF “4° Lunae Trial 4X4” (ingresso numero 7); le prove del Master Cup 4X4 by F.I.F. nell’Area Test sulla Spiaggia; sulla pista esterna Esposizione Camel Trophy ed esibizioni Freestyle Quad e Acrobatic Quad team.
Sarà possibile anche partecipare a un Viaggio con Anfibio terra Mare partendo dal complesso fieristico e assistere alla presentazione della Dakar del team Rally art. In programma un evento musicale curato dalla Rivista QuattroxQuattro ( sul Palco Eventi) e sulla pista Show di Camion. Il pomeriggio si apre con le prove del Beach Fun 4X4 della Solidarietà- 16° edizione a cura di F.I.F. e Sarzana Fuoristrada Club (nell’area test sulla spiaggia). In programma anche un incontro con la Rivista Elaborare 4X4 ( ore 15, Sala Convegni Centro Servizi) ma anche uno show di auto del Camel trophy e, alle 17.30 un’esibizione spettacolare di camion.

Novità dalla Fiera di Foggia

 

Grosse novità a Foggia: la Fiera di Foggia presenta le sue novità
Riduzione delle tariffe per gli espositori e avvio di incontri istituzionali per redigere un piano strategico che conduca, in un mutato scenario economico, al rilancio della Fiera di Foggia attraverso il suo riposizionamento sul mercato fieristico regionale e nazionale. Questi, unitamente all’approvazione del bilancio di previsione 2010 gli esiti dell’ultima riunione del Consiglio di Amministrazione dell’ente fieristico svoltosi lo scorso 25 novembre 2009.
“E’ stato un CdA fondamentale – ha commentato il presidente Fedele Cannerozzi – perché abbiamo posto le basi per un rilancio effettivo e concreto della struttura. Un rilancio organizzativo e programmatico in qualche modo già inaugurato dalla precedente presidenza e che dovrà dare seguito al riammodernamento strutturale della Fiera, in avanzato stato di attuazione, e fare i conti con la definizione del processo di privatizzazione dell’ente.


Il mutato scenario, dovuto alla crisi economica internazionale, chiede, innanzitutto, ai soci fondatori della Fiera di compiere ogni sforzo a sostegno della Fiera di Foggia, indispensabile, unico ed insostituibile strumento di promozione del territorio e delle sue attività economiche, superando gli egoismi istituzionali e imponendosi di avere una visione più complessiva e meno individualistica dei problemi e dei bisogni cui vogliamo insieme rispondere. Ovviamente – continua Cannerozzi – l’augurio è che questo appello sia raccolto e porti, entro i sei mesi di tempo che ci siamo dati, alla definizione di un articolato piano strategico per la Fiera di Foggia attraverso una larga e partecipata discussione sul territorio che coinvolga tutti i soggetti istituzionali in esso presente”.
Altro elemento di novità è la riduzione delle tariffe per gli espositori, una decisione che il presidente Cannerozzi riassume nella “necessità di venire incontro alle difficoltà oggettive che il sistema impresa sta vivendo in questo periodo. Crediamo che agevolare le imprese nelle strategie di promozione e marketing sia un compito a cui non possiamo sottrarci. La riduzione delle tariffe è un primo, importante passo in questo senso, che siamo sicuri potrà raccogliere il consenso degli imprenditori, anche di quelli provenienti da altri territori”.
“Il documento contabile di previsione 2010 – spiega Cannerozzi – é la traduzione in termini finanziari del rilancio dell’ente. Un bilancio che tende a promuovere nuove iniziative e valorizzare quelle che fanno parte del parterre storico della nostra Fiera. Un rilancio – conclude il Presidente – che necessariamente deve seguire quello strutturale e propriamente fisico dell’ente, in considerazione del fatto che le opere di ammodernamento procedono a ritmo serrato e che presto ci sarà consegnata una Fiera profondamente ridisegnata nella sua fisionomia”.


Bilancio per Vita Collettiva a Roma

 

BILANCIO IN CRESCITA PER “VITA COLLETTIVA”: PIÙ ESPOSITORI, PIÙ VISITATORI E OLTRE 3.500 ADESIONI AI CONVEGNI

La manifestazione che da 45 anni unisce imprese e solidarietà si è conclusa domenica scorsa al Palazzo dei Congressi di Roma con segnali positivi per tutti gli operatori che organizzano la vita delle comunità, anche in situazione di emergenza. Un mercato vitale, ricco di idee e di soluzioni, e anche di nuove opportunità occupazionali. Già fissato il prossimo appuntamento, dal 21 al 24 ottobre 2010.

Con 15.613 visitatori, pari a un incremento del 4% rispetto all’edizione 2008, 151 espositori e 3.500 presenze ai 25 convegni in calendario, si è chiusa la 45ª edizione di Vita Collettiva, allestita al Palazzo dei Congressi di Roma, dal 5 all’8 novembre. Si conferma così il forte interesse al settore dell’accoglienza civile e religiosa (oltre 130.000 collettività e 400.000 strutture ricettive), di cui la storica manifestazione romana è osservatorio privilegiato e appuntamento obbligatorio per gli operatori.

Il numeroso pubblico, composto secondo le varie dimensioni della vita collettiva – 37% di amministratori ed economi di collettività, 10% di operatori, dirigenti e funzionari del settore pubblico privato, 6% di parroci e religiosi, 11% di addetti ai settori ospitalità e ristorazione, 10% di operatori dei servizi sociosanitari, 16% di liberi professionisti e consulenti, 7% di insegnanti, educatori e dirigenti scolastici – ha valutato l’ampia e innovativa offerta di prodotti e servizi di imprese specializzate nei più diversi ambiti.


Dalle soluzioni contract “chiavi in mano” di pool di aziende che insieme progettano, costruiscono e arredano hotel, campeggi, scuole e ospedali, al letto BathBed che permette il lavaggio completo del paziente allettato in totale privacy e senza spostamenti. Soluzioni innovative arrivano anche da partnership trasversali dedicate alle fasce più deboli della popolazione, tra cui un’esperienza di progettazione bresciana in collaborazione con un team di geriatri per la realizzazione di una casa di riposo accessibile e funzionale.

In linea con lo storico salone ArteChiesa (19a edizione), dedicato ad arte, arredi e tecnologie per i luoghi di culto, quest’anno si è aggiunta la nuova esperienza Conventualità, uno spazio espositivo con specialità enogastronomiche e soluzioni di ospitalità di conventi, monasteri e abbazie.

La rassegna convegnistica Vivere Insieme, con un programma di 25 incontri promossi dai diversi Enti e Associazioni nazionali, ha coinvolto 3.500 partecipanti, oltre ai 600 economi cattolici che come ogni anno hanno partecipato al convegno generale del Cnec. Nel convegno di apertura è stata presentata la prima ricerca sul mercato dell’accoglienza, commissionata da Sevicol a Daniele Tirelli, presidente di POPAI Italia – The Global Association for Marketing at Retail. Tra i segnali rilevati dall’indagine, anche la percezione e la valutazione contraddittoria che ha il cittadino delle differenze tra strutture pubbliche e private. Per continuare il dibattito la ricerca è consultabile on line all’indirizzo www.sevicol.it.

In contemporanea con Vita Collettiva si è svolto il 6° Salone della Montagna del Lazio, promosso dall’Unione Nazionale Comuni e Comunità Enti Montani e patrocinato dall’Assessorato agli Enti Locali della Regione Lazio. Particolarmente apprezzate le produzioni tipiche montane, l’offerta turistica del territorio laziale e il crescente interesse per il tempo libero in montagna, oltre alle iniziative a carattere folkloristico come lo spettacolo di danze e le sagre gastronomiche.

“Sono molto soddisfatto di questa 45ª edizione”, afferma il segretario generale di Vita Collettiva, Paolo Treveri Gennari, “perché siamo riusciti ad evidenziare il ruolo trainante di questo mercato che muove numeri importanti, sia in termini economici sia in posti di lavoro. Ed è una delle rare opportunità di crescita e sviluppo nell’attuale situazione di crisi che stiamo vivendo. Siamo riusciti a catalizzare l’attenzione sulle nuove forme di accoglienza, anche in stato di emergenza (come Abruzzo e Messina); a rilanciare il ruolo degli istituti religiosi per la crescita sociale del Paese. Abbiamo dato spazio alle nuove istanze che animano il dibattito sulla ristorazione collettiva, sempre più orientata all’aspetto salutistico e nutrizionale, con l’introduzione di prodotti biologici o la scelta di menù vegani e vegetariani nelle mense. Da domani inizieremo a pensare a Vita Collettiva 2010, già fissata dal 21 al 24 ottobre 2010, che immaginiamo come una realtà sempre più dinamica in grado di far incontrare in tempo reale domanda e offerta di servizi e soluzioni.”

Per informazioni: www.sevicol.it  – tel. 06 3230177 – sevicol@sevicol.it


Allestimenti fieristici preallestiti o personalizzati

 

Un momento molto importante per tutte le aziende è l’appuntamento con la fiera di settore, un evento fondamentale per mostrare la propria vetrina al mondo e alle altre aziende.

Fondamentale è quindi la preparazione e l’allestimento dello stand, in modo da proporsi al meglio delle proprie possibilità. Le scelte che si possono fare sono svariate, e la prima cosa da fare è senza dubbio uno studio di marketing per scegliere il luogo e l’immagine che si deve dare della società stessa. Quest’ultima ci permette di dare un’impronta definita all’azienda che vuole promuoversi, e non basta decidere quali prodotti o servizi si voglia “spingere” nella circostanza fieristica.

L’immagine stessa viene rappresentata dallo stand, che può essere di due tipologie: preallestito o personalizzato. Queste due opzioni per gli allestimenti fieristici, con eventuali scelte intermedie, sono dettate principalmente dall’aspetto economico ed estetico.


Lo stand preallestito, normalmente proposto dall’organizzatore, è la massificazione dell’immagine di più stand. Infatti è proprio chi organizza l’evento fieristico che propone una soluzione per gli allestimenti omogenea per tutti gli espositori, con altezze, colori dei pannelli e arredi uguali per tutti, la scelta dell’espositore ricade solo sulle dimensioni e sulle dotazioni aggiuntive, che oltre a quelle incluse nel pacchetto, saranno a pagamento.

Tutto ciò permette all’espositore costi contenuti e la sola preoccupazione di portare i sui prodotti nello spazio da lui noleggiato. L’omogeneità d’ immagine, oltre che a dare ordine visivo, permette, ad un evento fieristico, di essere allestito in tempi record, data la loro semplicità di montaggio.

L’altra formula di allestimento è lo stand personalizzato. L’immagine stessa dell’azienda deve essere rappresentata in un’area circoscritta, infatti di consueto la progettazione stand viene affidata ad agenzie, architetti o progettisti, che dovranno proporre immagini di come verrà realizzato lo stand, attenendosi alle normative fieristiche, che possono essere ad esempio le altezze e i materiali. La progettazione non si limita solo all’immagine dello stesso, ma anche a tutte le documentazioni in fatto di sicurezza e di certificazione dei materiali forniti. La finalità di entrambe le opzioni è la stessa, promuoversi o promuovere un prodotto.

Bisogna solo scegliere se farlo con un mazzo di margherite o con un’unica spettacolare rosa. Detto questo è chiaro che le soluzioni e le sperimentazioni possibili sono moltissime e in questo caso occorre anche fare ricorso al noleggio stand. Un esempio è lo spazio espositivo denominato ad “isola” aperto quindi su tutti i lati,struttura realizzata in legno,concepita come un unico monolite centrale, modellato sulle linee del logo della società che espone, con realizzazione di un passaggio centrale per permettere la circolazione all’interno dello stand. Le più diffuse però sono le realizzazioni con il legno e quelle in materiale metallico come il ferro, l’acciaio o alluminio.Lo stand è verosimilmente la “riproduzione dell’impresa” messa a contatto fisico con l’utente.
Per questo diventa fondamentale attivare una precisa strategia integrata, tra le discipline della comunicazione, capace di affollare lo stand di pubblico interessato e sensibilizzato ai prodotti e ai servizi dell’impresa.

 

Se vuoi essere aggiornato su tutti gli eventi italiani segui Clappo.it.