Archivio tag: cantieristica

Nautica e cantieristica: dal 5 al 7 novembre, Smart 2009

 

Nautica e cantieristica: dal 5 al 7 novembre, Smart 2009

Dal 5 al 7 novembre si terrà a Speziaexpò la quinta edizione di Smart (Ship manifacture alliance research technologies), il workshop internazionale dedicato a cantieristica e nautica organizzato dall’azienda speciale della Camera di Commercio della Spezia ‘La Spezia Eps’ – è il braccio operativo che cura i progetti di internazionalizzazione – nell’Ambito dell’accordo di programma Ice – Unioncamere con il co – finanziamento della Regione Liguria. Oltre 100 le aziende che partecipano alla rassegna ormai affermata a livello internazionale e a cui prendono parte i più grandi nomi del settore. La conferenza stampa di presentazione di Smart 2009 si terrà lunedì 2 novembre alle ore 11.30 nella biblioteca ‘Caramiello’ della Camera di Commercio.
Interverranno: La Spezia Eps, Camera di Commercio della Spezia, Ice, Unioncamere, Regione, Autorità portuale della Spezia, Provincia, Carispe, Marina militare.

 

 

Ti consigliamo questo blog dedicato alla scuola e supplenze e questo con temi bancari come banca roma.


SEATEC, ANCORA UN RECORD PER LA NAUTICA ITALIANA

960 espositori, fra i quali 320 stranieri, al salone della componentistica per la nautica da diporto, settore vitale per l’economia italiana. Il Salone è stato presentato a Firenze alla presenza dell’assessore Regionale Bertolucci. Una cantieristica d’avanguardia che fattura 3.805.190.000 Euro. La Toscana, capitale dei megayacht, al terzo posto per aziende e addetti. Porti turistici e posti barca in continuo aumento. In tre giorni convegni, incontri, confronti e approfondimenti tecnici sui temi più attuali per gli addetti ai lavori.

Firenze – Anche se i venti non sono del tutto propizi, la nautica italiana continua a mantenere il suo primato mondiale nella costruzione di megayacht con 427 progetti su un totale di 916, una quota di mercato del 47% secondo l’Order Book 2008 della rivista americana Show Boats International. La quota di mercato dell’Italia è stata in costante crescita dal 2000, anno in cui deteneva il 31% delle nuove costruzioni)  e la Toscana è ormai stabilmente al primo posto in Italia con i grandi cantieri della costa Tirrenica. Barche di lusso, eleganti, raffinate supertecnologiche grazie a un gusto e a un know how unici che caratterizzano le grandi capacità del territorio e di tutta la filiera nautica Toscana.

Tutto questo, e tanto altro, trovano la loro vetrina di eccellenza in Seatec, la rassegna internazionale di tecnologie, subfornitura e design per Yacht, imbarcazioni e navi che si terrà a Carrara dal 5 al 7 febbraio.

“Una manifestazione in ulteriore crescita – hanno affermato Giorgio Bianchini e Paris Mazzanti, presidente e direttore di CarraraFiere illustrando i dati dell’edizione che sta per iniziare – con numeri in salita che confermano il trend di crescita costante e raggiungono la cifra record di 960 espositori (+11% rispetto al 2008, provenienti da 31 paesi). L’importanza assunta da Seatec nel panorama internazionale ci rende orgogliosi anche perché è l’unica rassegna nautica italiana dedicata al trade e i numeri raggiunti sono ancora più soddisfacenti alla luce dei difficili fattori contingenti.. Seatec punta sempre di più sulla completezza merceologica e sull’innovazione tecnologica ma è anche un’occasione unica di confronto per i professionisti della nautica grazie ai numerosi convegni, ai workshop, ai concorsi e alla collaborazione sempre più stretta con il mondo universitario”

Dei 960 espositori ben 320 sono stranieri e 140 sono dislocati nell’Area dedicata al design “Abitare il Mare” su una superficie complessiva di 34.000 mq. Un bel successo per una manifestazione che è nata nel 2003 con 150 aziende ma che ha avuto un incremento vertiginoso. Tutto questo è stato possibile grazie alla completezza di una manifestazione rivolta al settore della cantieristica che in Italia ha avuto nel 2007 un fatturato in euro di 3.805.190.000 (aumentato del 10,3% rispetto al 2006) composto per l’87% da produzione nazionale e 13% da importazione. La destinazione del fatturato è distribuita equamente: 50% estero e 50% Italia ma rappresenta un settore di punta per l’altissimo valore dei prodotti italiani (fonte Ucina).

Il comparto accessori ha un ruolo fondamentale nella cantieristica  sia in termini qualitativi sia per l’alta tecnologia impiegata ed ha un fatturato complessivo di 1.470.130.000 Euro con il 76% composto da  produzione n azionale e il 24% da importazione. Importantissimo il comparto dei motori che fattura per oltre 529 milioni di Euro con prodotti di altissima qualità. Il settore nautico sottolinea la sua importanza con un dato inequivocabile: contribuisce al PIL con 5.248.800.000 euro.

Parlare di nautica impone la necessità di disporre di posti barca che in Italia sono stimati in 141.556 fra porti, approdi e punti ormeggio. La Toscana dispone di 20.155 posti barca di cui 10.517 nei porti turistici, 6737 approdi, 2901 punti di ormeggio.

La Toscana vanta posizioni importanti e si colloca ai primi posti, a livello nazionale, per numero di aziende e fatturato con il 10,6% delle aziende e il 10% degli addetti; viene subito dopo la Lombardia (25,3% aziende e 24% addetti) e la Liguria (15,2% e 9,7%), seguita da Emilia Romagna che vanta l’8,7% delle aziende e il 15,8% di addetti.

Anche negli accessori la Toscana ha un ruolo importante con l’11,2% delle aziende e il 10% degli addetti, dunque il contesto territoriale ideale per ospitare la più importante rassegna dedicata a tecnologie, subforniture e design. Per la rappresentatività e per il successo conseguito Seatec gode del patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico, della Regione Toscana, di Toscana Promozione, di UnionCamere Toscana, Provincia di Massa-Carrara, CNA Nautica, CONFAPI Toscana, Confartigianato Nautica Toscana, Ascomac-Unimot, Assonautica Nazionale, AS.PRO.NA.DI, (Associazione Progettisti Nautica da Diporto), RINA (Registro Navale Italiano), ASSO.N.A.T. (Associazione Nazionale Porti Turistici), ICE (Istituto Nazionale per il Commercio Estero), Consolato Britannico/UK Trade & Investment, mentre la Cassa di Risparmio di Carrara è lo Sponsor Unico Bancario.