Archivio tag: cantieri

AL WHITE AND BLUE DI RIMINI I GRANDI CANTIERI DELLA NAUTICA

Parteciperanno i principali cantieri navali alla prima edizione di White and Blue – Rimini Yachting Lifestyle, l’innovativo evento dedicato alla nautica e al mondo del lusso in programma, con il patrocinio di Assonautica – Associazione Nazionale Nautica da Diporto -, Assomarinas – Associazione Italiana Porti Turistici – Provincia e Comune di Rimini, dal 23 al 26 aprile 2009 presso la Marina Blu di Rimini (www.marinadirimini.com ).

Tra le prime conferme spiccano i nomi di cantieri leader quali Ferretti, Pershing, Franchini Yachts e Sly Yachts che presenteranno nella Marina Blu di Rimini nei quattro giorni di manifestazione il meglio della propria produzione.

La formula dell’evento riminese, molto orientata agli aspetti di business e alla creazione di relazioni dirette tra cantieri e potenziali acquirenti, sia attraverso momenti formali di incontro (agenda prefissata di appuntamenti), sia attraverso piacevoli situazioni di svago e divertimento (eventi del B-SIDE), è stata la motivazione principale della partecipazione dei grandi nomi della nautica a White and Blue.

Gruppo Ferretti, tra i leader mondiali nella progettazione, costruzione e commercializzazione di motor yacht di lusso, sarà presente a White and Blue con i brand Ferretti Yachts e Pershing: “Nonostante la prossima primavera sia già affollata di eventi – afferma Domenico Pirazzoli, Direttore Comunicazione del Gruppo Ferretti – abbiamo comunque deciso di partecipare a White and Blue per la sua formula innovativa. Dare al pubblico la possibilità di sperimentare la barca desiderata e di godere di un vero e proprio servizio completo che abbina appuntamenti di business a momenti di svago è sicuramente un richiamo molto forte, per noi rappresenta una possibilità concreta di aprire nuovi contatti e incontrare persone realmente in target”.

Per Massimo Franchini, presidente di Franchini Yachts, storico cantiere pesarese nato nel 1945 e oggi tra i leader del mercato con le linee Sailing e Motoryachts, la formula di White and Blue è “ben calibrata sulle esigenze del comparto della nautica” e, a differenza delle fiere generaliste, oggi molto dispersive, “è strutturata secondo le reali esigenze del cliente”. “In questo particolare momento storico – dice Massimo Franchini – bisogna tornare a parlare di barche e, per farlo, occorre dialogare direttamente con il cliente, creando una relazione personale tra cantiere e persona, esigenza che è stata perfettamente recepita da Rimini Fiera con l’ideazione di White and Blue”.

Tra i cantieri leader che hanno già confermato la propria presenza all’evento riminese figura anche Sly Yachts, giovane e dinamica realtà romagnola specializzata nella realizzazione di barche a vela, che presenterà, in anteprima assoluta a White and Blue, SLY 61, un nuovissimo modello che diventerà il fiore all’occhiello della flotta Sly Yachts. “L’aspetto più interessante dell’innovativo format lanciato da Rimini Fiera – afferma Enrico Franchini, presidente di Sly Yachts – è l’agenda prefissata di appuntamenti con i top buyers potenzialmente interessati all’acquisto di un’imbarcazione, formula che ha avuto successo in altri contesti ma che si sta sperimentando per la prima volta nel mondo della nautica”. Insieme all’innovativo format, White and Blue si caratterizza anche per l’attenzione ai mercati emergenti dell’Est Europa paesi che oltre alla motoristica, sono diventati recentemente target anche per il mercato delle imbarcazioni a vela: “Siamo fiduciosi – conclude Enrico Franchini – che una nuova sensibilità in quei paesi sui temi ambientali e il risparmio energetico spinga il concetto di barca a vela, l’unico modo di vivere il mare in modo ecologico”.

E ancora, hanno confermato la partecipazione alla prima edizione di White and Blue anche nomi importantissimi come Princess, Cantieri di Sarnico, Cigarette, Innovazioni e Progetti, Arimar, Enterprise Marine e numerosi altri, testimoniando con la propria presenza, la validità di una formula che rende il business meeting riminese una novità nel panorama dei saloni nautici.


BAUMEC 09: FORMAZIONE PROFESSIONALE SUI CANTIERI

Il programma di contorno di “Baumec 09” è mirato a una formazione ad ampio raggio con il convegno dedicato alla sicurezza sul lavoro in edilizia, i seminari dedicati alla pianificazione e alla gestione della sicurezza sui cantieri e i corsi di primo soccorso per aziende che operano nel settore edile. “Baumec” si svolge in contemporanea con “Viatec” dal 5 all’8 marzo 2009 a Fiera Bolzano e insieme offrono una panoramica a 360° per l’intero comparto della costruzione.

Se oggi l’edilizia occupa il quarto posto nella classifica nazionale dei comparti a rischio di infortuni e l’Italia è al di sotto della media dei Paesi europei nel numero di incidenti nei cantieri edili, ciò è dovuto all’avvio di una serie di iniziative importanti, sia sul piano normativo che su quello organizzativo.* A tal proposito, a cornice della fiera specializzata per macchine ed attrezzature edili, Fiera Bolzano, in collaborazione con la Provincia Autonoma di Bolzano, organizza la mattina di sabato 7 marzo un convegno presso il Centro Congressi Fiera Bolzano/Four points by Sheraton incentrato sul nuovo testo unico, sulle novità introdotte e sulle prospettive. Inoltre, a corredare il tutto, sono stati organizzati dei seminari per coordinatori della sicurezza sul lavoro alla luce del nuovo testo unico, sempre presso il Centro Congressi il venerdì 6 e sabato 7 nel pomeriggio.

“Baumec 09” offre una formazione professionale ad alto livello per tutti gli operatori del settore completata da corsi di primo soccorso, organizzati direttamente nei padiglioni di Fiera Bolzano dal Comitato Paritetico Edile per la Formazione e la Sicurezza in Edilizia per la Provincia di Bolzano (CPE), in collaborazione con la Croce Bianca di Bolzano.

“È davvero opportuno formarsi con l’obiettivo di ridurre il più possibile gli incidenti e gli infortuni sul lavoro. I cantieri, infatti, sono i luoghi in cui accadono gli incidenti più gravi”, afferma l’arch. Christine Monthaler, nuova Direttrice del CPE. “Secondo il nuovo decreto legislativo 81 del 2008, le aziende edili devono avere un addetto al primo soccorso su ogni cantiere formato per essere in grado, in caso di emergenza, di svolgere tutto il necessario per la rianimazione e sapere a chi rivolgersi e come comportarsi in queste occasioni”, conclude Christine Monthaler.

Il CPE organizza nelle sue attività ordinarie i propri corsi di formazione, quest’anno, uno di questi corsi si svolgerà direttamente a “Baumec” presso il loro stand e sarà rilasciato un attestato di partecipazione. “In Alto Adige il corso deve essere ripetuto ogni anno, mentre nel resto d’Italia ogni tre anni”, conferma la Direttrice del CPE, “si tratta di due giornate di corso, all’interno delle ore di lavoro e senza oneri per il partecipante”, conclude Monthaler ricordando che a al corso, anche se indirizzato ad un numero limitato di operai edili, potranno assistere tutti gli interessati.

L’iscrizione al convegno è obbligatoria sul sito www.baumec.it  e il costo è di 60 euro, la quota d’iscrizione comprende la partecipazione ad un seminario, l’abbonamento per 4 giorni di fiera sia a “Baumec” che a “Viatec” 09, la cartella del convegno e gli attestati di partecipazione e frequenza che equivalgono a ore riconosciute per l’aggiornamento obbligatorio per coordinatori della sicurezza.

“Baumec” e “Viatec” sono aperte dal 5 all’8 marzo 2009 dalle 9.00 alle 18.00 e il costo è di 6 euro.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare le pagine www.baumec.it  e www.viatec.it