Archivio della categoria: Veronafiere

Veronafiere: Vivi la Casa

E’ all’insegna dell’abitare bio l’8^ edizione di Vivi la Casa, in programma da domani 21 a lunedì 25 gennaio (con orario giovedì e venerdì dalle 16 alle 22; sabato dalle 10 alle 22; domenica dalle 10 alle 20; lunedì dalle 10 alle 15).
Dal divano all’impianto di riscaldamento, dal letto alle pareti, dalla cucina al pavimento, la casa diventa SOStenibile. In un momento di emergenze ambientali anche l’abitare vira al “bio” con tecnologie e prodotti innovativi per il risparmio energetico e il rispetto dell’ambientale.
A Vivi la Casa (www.vivilacasaweb.it ), la mostra-mercato dedicata all’arredamento, un’area di mille metri quadrati è interamente dedicata alle biotecnologie e ai prodotti per l’edilizia verde.
Il visitatore entrerà in una casa costruita secondo i nuovissimi parametri della bio edilizia, mercato che negli ultimi dieci anni ha avuto una crescita costante. Lo scheletro dell’abitazione al centro dell’area espositiva è realizzato interamente in legno, senza mattoni, calce e cemento, con pareti traspiranti e un isolante tanto insolito quanto resistente: la paglia. È questo il nuovissimo materiale utilizzato per realizzare la parte prototipo presentata a Vivi la Casa, in grado di isolare perfettamente gli ambienti interni rendendoli freschi d’estate e caldi d’inverno. Speciali anche i pavimenti della casa verde: quelli in ceramica hanno un particolare trattamento antibatterico in grado di rendere inoffensivi batteri e polveri, quelli in legno sono a chilometro zero, provengono cioè da coltivazioni venete. Sono le “Assi del Cansiglio”, un progetto sostenuto dalla Regione per valorizzare le aziende del territorio.
Innovative anche le apparecchiature e le tecnologie. Accanto alle più conosciute pompe di calore geotermiche che utilizzano la temperatura del terreno per riscaldare e raffreddare gli ambienti, ai pannelli solari fotovoltaici e termici, alle caldaie a basso consumo energetico, anche impianti idrici che raccolgono l’acqua piovana e installazioni di fitodepurazione che utilizzano il sistema drenante delle piante. Gli arredi non sono da meno e accanto alla casa che consuma poco e inquina meno, anche i mobili sono realizzati con materiali ecologici provenienti da foreste certificate e trattati con colle e colori a base naturale, mentre i complementi d’arredo sono in tessuti traspiranti e in materiali dedicati al benessere. Una novità è il Biocamino, di design lineare privo di canna fumaria che sfrutta il bioetanolo, l’acro denaturato ottenuto attraverso il processo di fermentazione di prodotti agricoli e forestali, la cui combustione rilascia una quantità di anidride carbonica paragonabile a quella assorbita da una pianta con la fotosintesi.
Tutte queste novità potranno essere scelte anche dagli sposi per arredare la nuova casa. A Vivi la Casa 2010 uno spazio interamente dedicato alle coppie con abiti, fotografi, ristoranti e tutto quel che serve per organizzare un matrimonio, anche bio.


Informazioni utili

L’accesso alla manifestazione – che occupa i padiglioni 8, 10 e 11 – avviene attraverso l’ingresso Re Teodorico – Viale dell’Industria (a pochi metri si trovano i parcheggi Multipiano ed Ex Macello).
Orario: giovedì 21 e venerdì 22 dalle 16 alle 22, sabato dalle 23 dalle 10 alle 22, domenica 24 dalle 10 alle 20, lunedì 25 dalle 10 alle 15.
Prezzo del biglietto: intero 4 euro venerdì, intero 7 euro sabato e domenica.
Ingresso gratuito Giovedì 21 ingresso gratuito per le donne. Nelle giornate di giovedì, venerdì e lunedì per i possessori delle «Fidelity card» dei più importanti Centri Commerciali e catene di negozi della provincia (Auchan, La Grande Mela, Migross, Iperfamila, Famila, Galassia, Coin, Le Corti Venete, Iper, A&O, Fnac e Rossetto).

Ritorna a Verona Home and Building 2010

 

Ritorna a Verona nell’ottobre del 2010 la più completa manifestazione sulla domotica e sulle tecnologie dell’edificio che ha generato il 100% di feedback positivi dagli espositori.

La seconda edizione di Home and Building, la Mostra Convegno Internazionale della Domotica e Building Technologies, torna a Veronafiere dal 12 al 13 ottobre 2010.

Dopo il grande successo della prima edizione del 2008 (con ben 6.021 operatori qualificati in visita da 16 Paesi), la manifestazione dedicata ai sistemi e tecnologie per domotica, automazione domestica ed edificio intelligente si propone con un taglio ancora più coinvolgente, così da poter risultare sempre più verticale e di appeal per gli operatori e le aziende interessate.

Il format della manifestazione si basa su una formula innovativa basata sull’unione di una parte espositiva ad una forte componente formativa:
• 2 giorni di manifestazione internazionale
• 20 sessioni congressuali plenarie mattutine
• workshop pomeridiani a cura delle aziende partecipanti
• una parte espositiva preallestita
• 3 manifestazioni in contemporanea (SAVE, MCM, FutureLab) e due eventi speciali (Fotovoltaico e microcogenerazione)


Il pubblico accede gratuitamente alla mostra e usufruisce di tutti i servizi presenti offerti dagli sponsor (documentazione, catalogo, welcome coffee, buffet).

Fra le novità della seconda edizione, frutto dell’accordo strategico fra EIOM ed Editoriale Delfino, anche l’area speciale “Elettrificazione” dedicata all’omonima testata, leader di settore.

La manifestazione, quindi, a differenza dei tradizionali eventi fieristici, si propone come un momento di incontro esclusivo per i professionisti del settore, costruito sulle esigenze di aziende ed operatori, per realizzare opportunità concrete di business, aggiornamento professionale e cultura.

Il target dell’evento è molto qualificato: Home and Building si rivolge, infatti, ad un pubblico di soli operatori professionali, quali progettisti, integratori di sistema, prescrittori, impiantisti, distributori, imprese edili ecc.

I riscontri da parte degli operatori, arrivati in fiera di Verona sia per gli appuntamenti in programma (convegni e workshop a cura di associazioni ed aziende) che per riscontrare soluzioni con le aziende partecipanti, sono risultati eccellenti: l’88% dei visitatori ed addirittura il 100% degli espositori si sono dichiarati ampiamente soddisfatti.

Home and Building è un evento progettato da EIOM Ente Italiano Organizzazione Mostre.

Per info: www.expohb.eu  – www.eiomfiere.it – Tel. 02 55181842 – eiom@eiomfiere.it


Siglato l’accordo tra Veronafiere e Hanley Wood a Dallas

Photobucket

SAMOTER, ALLEANZA NEGLI STATI UNITI
PER LA FILIERA DEL CALCESTRUZZO

Sottoscritta ieri una partnership tra il salone internazionale triennale delle macchine movimento terra, da cantiere e per l’edilizia e World of Concrete, la rassegna di riferimento del comparto calcestruzzo del mercato nord-americano. Nuove opportunità d’affari per le aziende del building. Il direttore generale Giovanni Mantovani: «Una collaborazione strategica per il settore delle costruzioni e del calcestruzzo».

Dallas, 30 aprile 2009. Nuova partnership internazionale per Samoter, il Salone internazionale triennale delle macchine movimento terra, da cantiere e per l’edilizia. Ieri, a Dallas, è stato siglato l’accordo tra Veronafiere-Samoter e World of Concrete, la manifestazione di riferimento del mercato americano per il settore del calcestruzzo, organizzata da Hanley Wood, la principale casa editrice statunitense che si occupa di edilizia.

Grazie all’intesa, le imprese italiane e nord-americane potranno trovare nuove forme di collaborazione nei rispettivi continenti, promuovendo prodotti e conoscenze nel campo delle costruzioni.

Samoter e World of Concrete, inoltre, svilupperanno strategie di marketing congiunte, in modo da offrire alle aziende opportunità d’affari sia in Italia che in Europa e in America.

La partnership, che si aggiunge a quella sottoscritta lo scorso luglio tra Marmomacc, la Mostra internazionale di marmi, pietre, tecnologie e design, e StonExpo, rassegna leader negli Usa per il marmo, curata sempre da Hanley Wood, consolida il processo di internazionalizzazione di Samoter, che negli ultimi anni, attraverso il Samoter Tour, ha rivolto la propria attenzione ai Paesi dell’Est Europa (Romania, Polonia, Bulgaria) e alla Russia.

L’obiettivo di Veronafiere è di valorizzare anche il mondo del calcestruzzo, confermando la leadership raggiunta con la filiera di manifestazioni – Samoter, Marmomacc, Progetto Fuoco, Legno & Edilizia – che riguardano il mondo del building.

«Si tratta di un ulteriore sviluppo della partnership strategica tra Veronafiere e Hanley Wood Exhibitions», ha commentato Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere, «che rafforza il ruolo internazionale di Samoter e che assicura occasioni di business per il settore delle costruzioni e del calcestruzzo al di qua e al di là dell’Atlantico, confermando il ruolo della Fiera di Verona quale strumento promozionale di crescita per le aziende del comparto».

«Meno di un anno fa», ha osservato Flavio Piva, condirettore generale di Veronafiere, «abbiamo creato un co-brand, StonExpo/Marmomacc Americas, che intendeva consolidare il ruolo di manifestazione leader nel settore della pietra naturale e delle relative tecnologie e design per Marmomacc. L’accordo tra World of Concrete e Samoter potenzia l’azione espansiva di entrambi i brand negli USA e in Europa, alla luce anche delle notevoli opportunità offerte dal governo statunitense con il piano di rilancio dell’economia di quasi 800 milioni di dollari, il 20 per cento dei quali a favore dell’edilizia».

«Hanley Wood è lieta di poter contare su questo accordo di partnership con Veronafiere che supporterà la promozione di World of Concrete in Europa e di Samoter nel mercato nordamericano», ha aggiunto Galen Poss, presidente di Hanley Wood Exhibitions.

SAMOTER, il Salone internazionale triennale delle macchine movimento terra, da cantiere e per l’edilizia, in programma dal 2 al 6 marzo 2011 a Veronafiere, è patrocinato dal C.E.C.E. (Committee for European Construction Equipment). La nuova edizione si ripresenta con un leit motiv più che mai attuale: la sostenibilità. Obiettivo della manifestazione è di fornire un’occasione di conoscenza, formazione e di approfondimento sulla tema, analizzando tutti gli aspetti della sostenibilità: la sicurezza e l’attenzione al processo edilizio, il rapporto tra ambiente ed economia, le norme e le leggi sui cantieri, i prodotti e gli strumenti, l’etica e la progettazione.

Completamente rinnovati web e grafica, insieme agli strumenti promozionali redatti in ben 14 lingue per raggiungere efficacemente il più ampio numero di visitatori. Si ripresentano nell’edizione 2011 i SAMOTER SPECIAL: percorsi dedicati ai singoli settori merceologici di movimento terra, calcestruzzo, stradale, perforazione, frantumazione, sollevamento, veicoli e componenti.

WORLD OF CONCRETE è l’unico evento annuale e internazionale dedicato al calcestruzzo che si ripropone da 35 anni. La prossima edizione, a Las Vegas dal 2 al 5 febbraio 2010, propone un ricco calendario di incontri e seminari con focus sulle innovazioni di prodotto, le tecnologie e gli argomenti più attuali del settore (www.worldofconcrete.com). Organizzatore è Hanley Wood, la casa editrice americana più importante nel settore dell’edilizia che pubblica riviste di riferimento quali Big Builder, Concrete Construction, Public Works, Residential Concrete. La divisione Hanley Wood Exhibitions gestisce 18 manifestazioni, tra cui World of Concrete, inclusa tra le 20 fiere più importanti del Paese.


SAVE 2009: importanti conferme e nuove adesioni

Grande interesse per l’appuntamento dedicato all’ Automazione e alla Strumentazione in programma a Veronafiere dal 20 al 22 ottobre 2009.

Dal 20 al 22 ottobre 2009, a Veronafiere, torna SAVE la Mostra Convegno Internazionale delle Soluzioni e Applicazioni Verticali di Automazione, Strumentazione e Sensori.
La manifestazione, giunta alla sua terza edizione, sta suscitando un forte interesse tra le aziende del settore e si pone come un importante trampolino per la ripresa.

SAVE nel corso delle edizioni precedenti si è imposta per gli importanti riscontri ottenuti, e risulta l’unico appuntamento in Italia del 2009 dedicato alle soluzioni verticali dell’automazione e della strumentazione per l’industria di processo (alimentare, farmaceutica, chimica e petrolchimica ecc.) e il manifatturiero.
Proprio grazie agli ottimi risultati del 2007 e del 2008, a sette mesi di distanza dalla manifestazione sono già importanti le adesioni e i riconoscimenti da molte delle principali aziende del settore, alcune delle quali hanno descritto le loro aspettative sulla partecipazione all’evento.

Simona Bimbi di E+E Elektronik Italia considera il “SAVE 2009 una finestra sul mondo dell’automazione, un appuntamento importante con un’utenza qualificata, la manifestazione ideale per affermare la nostra presenza sul mercato e per continuare a proporre le nostre soluzioni.
I costi contenuti, le strutture preallestite, ed il supporto nella promozione rendono SAVE 2009 una manifestazione all’avanguardia e quindi di forte interesse per le aziende come la nostra: consolidate ma al passo coi tempi ed in continua evoluzione”.

Anche Alberto Bagagli di Smeri ha scelto SAVE per il “costo fiera non esorbitante, il supporto encomiabile, il buon sistema di gestione inviti / pubblicità, e il taglio degli stand interessante ed innovativo”; il suo auspicio per il 2009 è che “SAVE possa diventare la vera fiera dell’automazione”.

Alessandro Damian di Contradata ha confermato la sua partecipazione in seguito al successo dell’edizione 2008, che ha portato all’azienda “un discreto numero di contatti”; Damian ha molto apprezzato “l’organizzazione dei workshop, che consente ad aziende tecniche come la nostra di presentare relazioni di prodotto e anteprime sulle innovazioni principali avendo la possibilità di rivolgerci ad un pubblico qualificato”.

Franco Picciotti di Arbor Italia, presente a SAVE fin dalla prima edizione, mette invece in evidenza “i risultati (numero di contatti qualificati e contratti attivati) ottenuti dalle edizioni precedenti; la praticità e semplicità dello stand preallestito; la cortesia e disponibilità dell’organizzazione a tutti i livelli”.
Tutto questo lo ha convinto dell’importanza della presenza anche nel 2009.

“Il buon successo dell’edizione 2008, e la volontà di trovare un evento che sintetizzasse il più possibile i mercati di automazione industriale, manutenzione, building automation” sono tra le ragioni che hanno portato all’adesione della RCC di Luca Sivori, come ha spiegato lo stesso titolare, che per l’edizione 2009 si attende “di replicare e migliorare i risultati 2008, nonché il consolidamento dell’evento come riferimento nazionale nei mercati di riferimento”.

Anche la felice collocazione geografica del SAVE è considerata un atout dalle aziende partecipanti.
Ezio Meacci di Vega Italia sottolinea al riguardo come Verona “sia posizionata in modo eccellente per essere raggiunta da tutta Italia, dal nord (Trento e Bolzano), dal sud (via Modena), est (tutto il Veneto) ed ovest (Bergamo-Brescia)”.
Anche Barbara Gnemmi di Strumentazione Industriale ritiene la manifestazione “una buona vetrina sul mercato veneto” e di aspettarsi di conseguenza “contatti con nuovi potenziali clienti”.
Non manca, tra gli iscritti alla mostra, chi ha aderito dopo avere visitato la scorsa edizione avendone toccato con mano il fermento, e soprattutto “che vi era una platea interessata”: è il caso di Sergio Valsecchi, della Huba Control, azienda svizzera aperta ai mercati del sud Europa.

Insomma, SAVE anche dalle parole delle aziende è un evento che funziona, e crea occasioni concrete di business e aggiornamento professionale.
Il format innovativo di SAVE unisce una parte espositiva ad una forte componente formativa e di aggiornamento professionale, abbinando, quindi, l’efficacia e l’immediatezza proprie della mostra-convegno alle dimensioni e al respiro della grande fiera internazionale.

La formazione e l’aggiornamento professionale assumono, quindi, un ruolo centrale all’interno della manifestazione e, per il 2009, si sta delineando un importante calendario di convegni e seminari tecnico-applicativi, organizzati con la collaborazione delle principali associazioni di categoria tra cui GISI (Associazione delle Imprese Italiane di Strumentazione), ANIPLA (Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione), PLC Forum (la principale Associazione Italiana online per la promozione dell’Automazione), AIS / ISA Italy Section (Associazione Italiana Strumentisti), AIMAN (Associazione Italiana Manutenzione), AIDIC (Associazione Italiana di Ingegneria Chimica), ATI (Associazione Termotecnica Italiana), FAST (Federazione italiana delle Associazioni Scientifiche e Tecniche) Università Carlo Cattaneo – LIUC, ASSINTEL (Associazione Nazionale Imprese ITC), ecc.

SAVE risulta dunque nel 2009 un’occasione imperdibile per tutti i professionisti del settore, anche per la concomitanza con altri eventi industriali verticali e sinergici, sempre organizzati nella modalità della Mostra Convegno, quali MCM (Manutenzione Industriale), ACQUARIA (Analisi, Distribuzione, Trattamento), CREA (Termotecnica, Energia, Ambiente).
Tutte le informazioni al riguardo sono disponibili sul sito web www.exposave.com