Archivio della categoria: Fiera di Bolzano

Fiera Bolzano: sarà anche sede di feste popolari, raduni e concerti

I padiglioni di Fiera Bolzano dal 21 al 25 luglio 2010 sono in festa, da ieri notte il quartiere fieristico è adibito a dormitorio per circa 3.000 dei 5.000 ospiti provenienti da tutta Europa in occasione dell’Europeade. Quest’evento getta dei ponti fra persone di paesi e regioni diversi e Fiera Bolzano pullula di cultura folkloristica, tra balli, musica e sfilate con vestiti tradizionali, mentre il gestore del ristorante in fiera, Fresh Line Srl, ha preparato 2 tonnellate di pasta per sfamare le truppe. L’obiettivo principale dell’avvenimento è quello di consolidare la fratellanza fra i popoli. L’evento ha avuto inizio ieri sera nel Palaonada, la quale proprietà a fine aprile è passata da Fiera Bolzano al Comune di Bolzano. La nuova gestione di questa struttura, affidata dal 1992 ad oggi a Fiera Bolzano, sarà definita a breve.

Con l’inizio della stagione fieristica autunnale, che parte in settembre con “Klimaenergy”, fiera delle energie rinnovabili per usi commerciali e pubblici, in programma dal 23 al 25 settembre 2010, incomincia anche la stagione dell’hockey su ghiaccio.
Un evento tutto particolare si tiene il 5 agosto, quando 30 veicoli a “impatto 0” faranno tappa a Bolzano e parcheggeranno nei padiglioni per essere ricaricati e pronti per partire il mattino seguente. Il rally per veicoli elettrici partirà da Monaco il 3 agosto, dando così il via ad una nuova avventura dello sport motoristico e per mostrare l’efficienza della mobilità elettrica. L’e-miglia pone delle sfide letteralmente “elettrizzanti”; la variegata gamma di oltre 30 veicoli elettrici, poco noti all’opinione pubblica, si muoverà per quattro giorni, silenziosamente e nel rispetto dell’ambiente, attraverso le Alpi fino a raggiungere la meta di Rovereto, dopo 560 km e molte prove speciali.

Tutte le informazioni su www.fierabolzano.it

Peter Fill all’inaugurazione di Prowinter 2009

All’inaugurazione della fiera bolzanina per gli sport invernali sarà presente il vice-campione del Mondo in SuperG.
Mercoledì 15 aprile nel settore C all’interno dei padiglioni della Fiera Bolzano sarà inaugurata alle ore 11.00 la nona edizione di PROWINTER, fiera internazionale specializzata nel noleggio e nei servizi per gli sport invernali.
Saranno presenti il Presidente della Giunta provinciale, Luis Durnwalder, il Presidente della Federazione Italiana Sport Invernali, Giovanni Morzenti, il Presidente di Fiera Bolzano, Gernot Rössler e Peter Fill, il vincitore della medaglia d’argento agli ultimi Mondiali in Val d‘Isère. Durante l’inaugurazione, il ventiseienne di Castelrotto verrà premiato da Durnwalder e alle ore 16.30, presso il PROWINTER-Forum, al neo vice-campione del Mondo in SuperG verrà consegnato il “Gran Premio Pool” come miglior atleta italiano della stagione 2008/2009.

“Prowinter”, unico appuntamento in Italia per il settore degli sport invernali è alle porte e gli imprenditori, i manager e gli operatori del settore del noleggio e dei servizi non perderanno l’occasione per tenersi aggiornati e per concordare affari per la prossima stagione invernale. Dal 15 al 17 aprile Fiera Bolzano con “Prowinter” offrirà vitali occasioni di business per tutto il comparto.

Che la stagione stesse riservando soddisfazioni a tutti gli operatori coinvolti nel mondo degli sport della neve era percezione diffusa. Ora a confermarne l’ottimo andamento ci sono anche i dati ufficiali. Il Censis (Istituto di ricerca socioeconomica italiana) nel suo recentissimo “Diario dell’ inverno di crisi” conferma che: “La stagione invernale ha registrato un 6% in più di presenze in montagna rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Certo, si tratta di un segmento medio/alto e di un pubblico di appassionati, ma la settimana bianca resta comunque un’abitudine che si vuol mantenere a prescindere dalla crisi. Magari si risparmia sui fattori accessori, va diffondendosi una certa oculatezza nelle spese, ma l’impressione è che alla qualità della vita non si voglia rinunciare”. I risultati positivi non indurranno comunque gli imprenditori, i manager e gli operatori più avveduti a dormire sugli allori: le sfide di un mercato meteo-dipendente come quello degli articoli sportivi invernali si rinnovano di anno in anno. In Italia le vitali occasioni di business e aggiornamento per queste categorie professionali sono rappresentate da Prowinter, il più importante appuntamento fieristico di settore. L’edizione 2009 (la nona) è imminente: i cancelli si apriranno martedì 15 aprile a Fiera Bolzano per consentire di consolidare le basi per nuovi futuri successi. Le prenotazioni degli spazi hanno seguito il positivo trend stagionale: tutte i brand più importanti dei comparti dell’attrezzo, del noleggio e dei servizi correlati saranno presenti, oltre a un’ottima rappresentanza di aziende di abbigliamento e accessori.
Di grande spessore anche gli immancabili appuntamenti informativi collaterali. Quest’anno sotto i riflettori un convegno che avrà per oggetto la campagna promossa dalla FIS “Bring kids back to the snow”. Disquisiranno sull’importanza di promuovere lo sci tra le fasce più giovani della popolazione relatori del calibro di Erich Demetz, presidente della
Coppa del Mondo di sci alpino, Maurizio Di Trani, direttore comunicazione del Gruppo Tecnica, Christoph Engl, direttore di Alto Adige Marketing, Wolfgang Oebelsberger, assessore all’educazione nel nord Tirolo in Austria, Franz Perathoner, direttore generale del consorzio Dolomiti Superski e Riikka Rakic, communication manager della FIS. Moderatore Erwin Stricker, noto ex campione, imprenditore e consulente FIS.
Nel corso della manifestazione, sul palco predisposto all’interno del padiglione, si alterneranno molti altri influenti personaggi che approfondiranno i temi più attuali nel corso di forum, conferenze stampa e tavole rotonde. In calendario anche premiazioni promosse da prestigiose riviste di settore, nazionali e internazionali.
Sono attesi oltre 5.000 qualificati visitatori accumunati da un lieto destino: appartenere a un mondo fino ad ora immune dagli effetti della crisi globale.


BAUMEC 09: FORMAZIONE PROFESSIONALE SUI CANTIERI

Il programma di contorno di “Baumec 09” è mirato a una formazione ad ampio raggio con il convegno dedicato alla sicurezza sul lavoro in edilizia, i seminari dedicati alla pianificazione e alla gestione della sicurezza sui cantieri e i corsi di primo soccorso per aziende che operano nel settore edile. “Baumec” si svolge in contemporanea con “Viatec” dal 5 all’8 marzo 2009 a Fiera Bolzano e insieme offrono una panoramica a 360° per l’intero comparto della costruzione.

Se oggi l’edilizia occupa il quarto posto nella classifica nazionale dei comparti a rischio di infortuni e l’Italia è al di sotto della media dei Paesi europei nel numero di incidenti nei cantieri edili, ciò è dovuto all’avvio di una serie di iniziative importanti, sia sul piano normativo che su quello organizzativo.* A tal proposito, a cornice della fiera specializzata per macchine ed attrezzature edili, Fiera Bolzano, in collaborazione con la Provincia Autonoma di Bolzano, organizza la mattina di sabato 7 marzo un convegno presso il Centro Congressi Fiera Bolzano/Four points by Sheraton incentrato sul nuovo testo unico, sulle novità introdotte e sulle prospettive. Inoltre, a corredare il tutto, sono stati organizzati dei seminari per coordinatori della sicurezza sul lavoro alla luce del nuovo testo unico, sempre presso il Centro Congressi il venerdì 6 e sabato 7 nel pomeriggio.

“Baumec 09” offre una formazione professionale ad alto livello per tutti gli operatori del settore completata da corsi di primo soccorso, organizzati direttamente nei padiglioni di Fiera Bolzano dal Comitato Paritetico Edile per la Formazione e la Sicurezza in Edilizia per la Provincia di Bolzano (CPE), in collaborazione con la Croce Bianca di Bolzano.

“È davvero opportuno formarsi con l’obiettivo di ridurre il più possibile gli incidenti e gli infortuni sul lavoro. I cantieri, infatti, sono i luoghi in cui accadono gli incidenti più gravi”, afferma l’arch. Christine Monthaler, nuova Direttrice del CPE. “Secondo il nuovo decreto legislativo 81 del 2008, le aziende edili devono avere un addetto al primo soccorso su ogni cantiere formato per essere in grado, in caso di emergenza, di svolgere tutto il necessario per la rianimazione e sapere a chi rivolgersi e come comportarsi in queste occasioni”, conclude Christine Monthaler.

Il CPE organizza nelle sue attività ordinarie i propri corsi di formazione, quest’anno, uno di questi corsi si svolgerà direttamente a “Baumec” presso il loro stand e sarà rilasciato un attestato di partecipazione. “In Alto Adige il corso deve essere ripetuto ogni anno, mentre nel resto d’Italia ogni tre anni”, conferma la Direttrice del CPE, “si tratta di due giornate di corso, all’interno delle ore di lavoro e senza oneri per il partecipante”, conclude Monthaler ricordando che a al corso, anche se indirizzato ad un numero limitato di operai edili, potranno assistere tutti gli interessati.

L’iscrizione al convegno è obbligatoria sul sito www.baumec.it  e il costo è di 60 euro, la quota d’iscrizione comprende la partecipazione ad un seminario, l’abbonamento per 4 giorni di fiera sia a “Baumec” che a “Viatec” 09, la cartella del convegno e gli attestati di partecipazione e frequenza che equivalgono a ore riconosciute per l’aggiornamento obbligatorio per coordinatori della sicurezza.

“Baumec” e “Viatec” sono aperte dal 5 all’8 marzo 2009 dalle 9.00 alle 18.00 e il costo è di 6 euro.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare le pagine www.baumec.it  e www.viatec.it


ALPITEC CHINA 2009

Fiera Bolzano conclude con un bilancio positivo gettando le basi per una nuova edizione di “Alpitec China” nel 2010: la nuova coppia d’assi è composta dall’“ispo china“ della Fiera Internazionale di Monaco e da “Alpitec China“ di Fiera Bolzano che, per la prima volta, si sono svolte contemporaneamente dal 19 al 21 febbraio a Pechino. In tre giorni sono giunti 13.500 visitatori al China International Exhibition Center di Pechino facendo registrare un 17,39% di visitatori in più rispetto all’anno precedente, quando “ispo china” si era svolta da sola.

L’obiettivo della nuova combinazione “ispo china/Alpitec China“ è quello di offrire una panoramica completa sul mondo degli sport invernali per andare incontro alle esigenze del mercato cinese. “La prima edizione deve sempre superare una doppia prova”, afferma il Direttore di Fiera Bolzano, Reinhold Marsoner e spiega: “da un lato, si devono trovare sufficienti aziende disposte ad esporre per offrire una panoramica completa sul mercato, mentre dall’altro, bisogna che questa offerta venga recepita dal giusto target di visitatori”. “Alpitec China, anche se piccola con quasi 40 espositori da otto nazioni, ha rilevato in Cina un positivo interesse per il mondo che ruota attorno alla tecnologia invernale e questo è stato testimoniato anche dall’affluenza alla manifestazione. L’esito positivo di una prima edizione è una base importante per organizzarne una seconda”, conclude Marsoner.

“Alpitec China è stata una tre giorni molto intensa e gli stand dei nostri espositori sono stati molto ben visitati”, afferma Gerladine Coccagna, project manager della manifestazione. “Spero che le aziende espositrici abbiano potuto stringere contatti interessanti e che non abbiano troppe aspettative da questa prima edizione. Alcuni espositori lavorano già da qualche tempo sul mercato cinese e, dalla loro esperienza, posso confermare che i partner cinesi sono al quanto scettici nell’instaurare relazioni di lavoro”, spiega Coccagna confermando la necessità, proprio per questo motivo, che gli espositori garantiscano una certa continuità di presenza all’evento, affinché i partner cinesi possano con il tempo avvicinarsi.

Paul Bojarski, della MAS Ltd., rappresentante per la Cina delle ditte York/JCI snow making machine, HEAD ski and winter equipment, TYROLIA ski binding e MAS mountain designer and consultant ha esposto a “Alpitec China 09”. “La manifestazione è stata organizzata molto bene, direi una delle fiere specializzate in Cina qualitativamente più elevata degli ultimi dieci anni in questo settore”, afferma Bojarski soddisfatto della grande affluenza di visitatori presso il suo stand, nonostante l’inaugurazione in contemporanea delle Universiadi invernali a pochi chilometri che sicuramente hanno attratto molto pubblico. “Alla prossima edizione ci aspettiamo ancora più visitatori e ci presenteremo con una superficie espositiva ancora più grande per accogliere al meglio i potenziali clienti”, conclude Paul Bojarski.

Anche la ditta israeliana Ide Technologies ha riscosso un positivo successo da questa prima edizione di “Alpitec China“: “Per noi questa prima manifestazione è stata molto importante per conoscere il mercato cinese nel settore dell’industria sciistica. È stato molto utile anche per identificare le stazioni sciistiche più grandi e importanti”, afferma Moshe Tessel, titolare della Ide Technologies. “Credo che la nostra presenza sia stata importante per diffondere l’informazione sul nostro prodotto, in grado di produrre neve artificiale in ogni circostanza meteorologica, tra i proprietari e i manager delle stazioni sciistiche. Continueremo ad essere presenti in Cina anche in futuro e per questo apprezziamo molto il sostegno che Fiera Bolzano ha dato a noi espositori e quello di Erwin Stricker che ci ha aiutato a conoscere meglio l’industria sciistica locale”, conclude Tessel.

Per la prima volta in Cina è stata rappresentata la ditta Skidata Japan. Il Direttore, Clemens Lindig, conferma che il loro obiettivo nella partecipazione all’evento era quello di raccogliere informazioni su un mercato che per loro era ancora sconosciuto: “Abbiamo avuto richieste che prenderemo in considerazione, nonostante questo, non siamo riusciti a trovare il giusto partner con cui stringere rapporti di collaborazione; comunque possiamo essere soddisfatti della nostra partecipazione ad Alpitec China 09”, conclude Clemens Lindig.

„Secondo le statistiche i praticanti di sport invernali in Cina aumentano di oltre 700.000 l’anno e, tra cinque anni, gli sciatori saranno più di 10 milioni“, spiega Oskar Andesner, delegato della Camera di Commercio austriaca a Pechino. “Per il settore europeo degli sport invernali questo è il momento giusto per conquistare il mercato cinese e per gettare le basi per lo sviluppo delle località sciistiche insieme con i partner cinesi”, afferma Erwin Stricker, delegato F.I.S. per la Cina, “le aree sciistiche già presenti sul territorio cinese sono ancora in fase embrionale, è questo il momento adatto per fare un salto di qualità ed è per questo che gli espositori di Alpitec lavorano per una fruttuosa collaborazione con i proprietari delle località sciistiche asiatiche”, conclude Stricker.

“ispo china/Alpitec China“ è stato punto d’incontro anche per i rappresentanti della Fiera Internazionale di Monaco e di Fiera Bolzano con il Segretario Generale dell’Associazione cinese degli articoli sportivi, Luo Jie, e direttore della fiera per gli articoli sportivi che l’associazione sta organizzando proprio ora per quest’estate. Durante questo incontro tra i vertici delle due fiere e Luo Jie si è discusso per poter instaurare una collaborazione nel settore dell’industria sportiva invernale.