Archivio della categoria: expo

Mostra Visconti agli Sforza all’ EXPO 2015

Organizzata dal comune di Milano e prima esposizione all’EXPO 2015, a marzo è stata inaugurata la mostra d’Arte Lombarda dai “Visconti agli Sforza. Milano al centro dell’Europa”, al palazzo reale di Milano, che sarà aperta ai visitatori fino al 28 giugno 2015. La mostra che và dai primi secoli del 300 fino ai primi anni del 500, riguarda la vita aristocratica di corte, che diventa la vera protagonista del Palazzo Reale, dalla signore dei Visconti, alla signora degli Sforza, due grandi famiglie famose di Milano, fino all’arrivo dei francesi.

 

La mostra si svolge attraverso una serie di tappe, in modo cronologico che mostrano la produzione artistica, come la pittura, la scultura, l’oreficeria, vetrate continue & decorative, a tal punto da conquistare tutti e diventare sigla dell’ouvraige de Lombardie. Sono esposte opere di grande valore culturale, che variano da bellissimi affreshi, vetrate decorate, legno e marmo, ricami e bronzi, e anche i famosi manoscritti de Liber Pantheon che risale al 1331 e il Libro d’Ore Bodmer preso in prestito dalla Morgan Library.

Si possono ammirare anche le meravigliose vetrate della chiesa di Santa Maria Matris Domin di Bergamo, e le opere di Giovanni Balduccio in marmo.

Un ulteriore tappa è quella del 1400, gli anni del grande cantiere del Duomo di Milano, personaggio chiave di quegli anni è stato Gian Galeazzo Visconti, noto nel periodo del tardo gotico lombardo.

La quarta tappa è dedicata alla presa di potere di Francesco Sforza intorno al 1450 durante il periodo del governo di Galeazzo Maria Sforza.

Infine quinta ed ultima tappa è dedicata a Ludovico il Moro e l’arrivo dei francesi.

La scomparsa della famiglia dei Visconti, è l’arrivo di Ludovico il Moro, segnano l’arrivo di nuove  opere d’arte, come quelle di Vincenzo Foppa, capolavori dell’orificeria e dei ricami delle tante botteghe che arricchirono Milano in quegli anni, trasformandolo nel grande centro d’Europa.

 

Expo e nuove fiere: a Trieste sarà protagonista lo Sprits a novembre

 

Questo blog parla di expo, fiera e fiere in generale. Consultate i nostri blog professionali su banca,  con temi come popolare milano banca e personale ata.

 

SPIRITS & Co. TRIESTE (12 – 14 NOVEMBRE)

L’evento fieristico, organizzato con il patrocinio dell’ ING (Istituto Nazionale Grappa), è interamente dedicato a questo settore ed oltre a coinvolgere il pubblico, ha l’ambizione di diventare punto di riferimento per distributori, importatori, professioni del comparto che grazie a questa fiera specializzata avranno la possibilità di aprirsi a nuovi mercati e conoscere e testare direttamente alcune delle migliori etichette delle aziende che saranno presenti a SpiriTs & Co.

A SpiriTs & Co. parteciperanno nomi di riferimento nel panorama mondiale dei distillati come Luca Gragano di Velier e Vittorio “Gianni” Capovilla. Luca Gargano si è fatto conoscere nel 2001 scrivendo il manifesto che ha definito i vini Triple A (vini di agricoltori, artisti, artigiani) da sempre esistiti nell’ombra ed ora riportati alla luce grazie a questa figura di riferimento, titolare di Velier, la società di distribuzioni vini e alcolici fondata nel 1947 da Casimiro Chaix e guidata da Luca Gargano dal 1983. Vittorio Capovilla è mondialmente riconosciuto come uno dei migliori, se non il migliore distillatore del mondo. Meccanico emigrante, poi tecnico in una delle maggiori industrie di materiali per enologia, ha deciso trent’anni fa di dedicarsi alla distillazione. Il risultato di tanto amore e passione sono state le due acquaviti di vinaccia Chardonnay e Pinot Nero che, presentate in anteprima nel 2006 a Klagenfurt, hanno ottenuto la medaglia d’oro al World Spirit 2006.


SpirTs & Co. sarà caratterizzata da un ricco programma di eventi collaterali che vogliono accrescere la cultura del distillato e del bere consapevole favorendo la conoscenza della grappa italiana. In questa direzione sono stati organizzati seminari tecnici, corsi di apprendimento all’assaggio, “Puro Spirito”– il punto di degustazione all’interno dell’esposizione, cene-degustazione con chef stellati Michelin. Nel corso della manifestazione, infatti, si terranno due convegni tematici dai titoli indicativi: Analizzando lo Spirito dei tempi e Nuove frontiere delle bevande Spiritose che vogliono fare il punto sia sull’attuale situazione del comparto, sia sulle nuove prospettive commerciali che proprio da Trieste possono affacciarsi ai nuovi mercati dell’Est.

Il nuovo gioiello di Fiera Trieste Spa vuole essere un vero e proprio Salotto delle migliori Grappe e distillati. Il pubblico, infatti, potrà partecipare a serate a tema dove verranno proposti abbinamenti classici e innovativi con cioccolato e sigari ed acquistare direttamente i prodotti esposti.

Le aziende e gli operatori, grazie a SpiriTS & Co, avranno anche la possibilità di internazionalizzare la propria attività con il servizio, garantito da Fiera Trieste, di match making con incontri mirati e programmati con buyers italiani ed esteri. La posizione geografica di Trieste, crocevia di domanda e offerta del mercato della nuova Europa sempre più aperta ad Est, favorirà questo obiettivo.


Expo: Il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, inaugura la IX Edizione di Milano Unica

 

 

Questo blog affronta temi fieristici , calendario fiere, expo, fiere

Il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, inaugura la IX Edizione di Milano Unica

Il tessile italiano ed europeo di qualità
alla prova della ripresa

A Fieramilanocity (Portello), dall’8 all’11 Settembre 2009, la IX Edizione di Milano
Unica, il Salone Italiano del Tessile. Sono presenti 486 espositori di cui 382
italiani, provenienti soprattutto da Lombardia, Piemonte, Toscana, Emilia Romagna,
Veneto. Nella serata della prima giornata del Salone, nell’ambito del progetto On
STAGE, sfileranno dieci stilisti internazionali emergenti, a conferma della
volontà dell’industria tessile italiana di voler continuare a scommettere sul
futuro, nonostante il brusco calo dei consumi determinato dalla crisi economica
mondiale
Milano, 8 Settembre 2008 – Il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha
inaugurato la IX edizione di Milano Unica, il Salone Italiano del Tessile che si
svolge a Fieramilanocity da oggi fino a Venerdì 11 settembre. Pier Luigi Loro
Piana, Presidente di Milano Unica e di Ideabiella, ha introdotto l’incontro nel
quale sono intervenuti: Letizia Moratti, Sindaco di Milano, Michele Perini,
Presidente di Fieramilano, Michele Tronconi, Presidente di Sistema Moda Italia,
Paolo Zegna, Vice-Presidente di CONFINDUSTRIA, e a cui hanno partecipato diverse
Autorità e Rappresentanze istituzionali e numerosi imprenditori-espositori,
assieme a Silvio Albini, Presidente Shirt Avenue, Alberto Jelmini, Presidente Moda
In, e Beppe Pisani, Presidente di Ideacomo.


Milano Unica nasce nel 2005 su iniziativa di quattro storici appuntamenti
del tessile ‘made in Italy’ (Ideabiella, IdeaComo, Moda In e Shirt Avenue) che, nel
passato, in date e località anche diverse, presentavano tutto il meglio che il
mercato italiano poteva offrire in fatto di tessuti per l’uomo, per la moda donna,
fashion e accessori e per i tessuti per camiceria.
La IX edizione di Milano Unica, in cui si presentano le collezioni di
tessuti per la stagione Autunno/Inverno 2010-2011, vedrà la partecipazione di 486
Espositori, di cui 382 italiani provenienti da 10 regioni italiane: Lombardia (197),
Piemonte (56), Toscana (53), Emilia Romagna (41), Veneto (23), Puglia (4), Campania e
Marche (3), Abruzzo e Umbria (1) e 98 europei, provenienti da Francia (27), Regno
Unito (16), Germania (14), Portogallo e Spagna (13), Austria (3), Belgio (3), Bulgaria,
Svizzera, Grecia, Paesi Bassi e Slovenia (1), su una superficie espositiva di circa
21.000
Al centro degli interventi le difficoltà derivanti dalla fase recessiva, che
interessa l’insieme dell’economia internazionale, ed il sostanziale arresto della
domanda di prodotti di abbigliamento ed, in particolare, di quelli di fascia
medio-alta, che ha caratterizzato la prima parte del 2009, a cui è direttamente
collegata la produzione dell’industria tessile italiana. Nel 2008, secondo le
rilevazioni del Centro Studi di Sistema Moda Italia, il fatturato era stato di
circa 8,7 miliardi di euro (-6,1% sull’anno precedente), ma il calo dell’export (che
incide sul fatturato per oltre il 62%), che era stato dell’9,4%, non si era
scaricato interamente sul fatturato complessivo grazie alla positiva tenuta delle
esportazioni di abbigliamento che incorporano parte significativa del tessile
italiano. Situazione che non si è però ripetuta con il nuovo anno.
Nel periodo gennaio-aprile, l’export di tessuti ha registrato una
contrazione del -30,3% rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno, senza,
peraltro, sperimentare ritmi troppo differenti tra le piazze intra-europee (-27,2%)
ed extra-europee (-34,2%).
Pier Luigi Loro Piana, Presidente di Milano Unica, rivolgendosi al Presidente
del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha sottolineato che: “Ciò che preoccupa
maggiormente sono gli ordinativi per il secondo semestre 2009 che registrano una
riduzione. Io stimo questa riduzione al momento, sentito alcuni operatori, tra il
20 e il 50 % in confronto all’anno scorso, in rapporto a specifici comparti. E
questa è la terza stagione con segno meno. E’ ovvio che la leadership mondiale
conquistata in questo settore e la sopravvivenza di molte aziende è in serio
pericolo se la situazione dovesse prolungarsi per altri mesi. Ma è inutile
piangersi addosso. I nostri imprenditori stanno reagendo bene, bisogna però
accantonare questa terribile fotografia. Bisogna reagire per essere i primi ed i
migliori al nastro di partenza della ripresa. Dobbiamo insistere sui nostri punti
di forza che sono: le nostre idee; la qualità; la creatività; il servizio; il valore
dei nostri prodotti. Quello che gli imprenditori dovevano fare l’hanno fatto, hanno
investito ancora in ricerca e razionalizzazione delle loro aziende, un processo
che non ha mai fine, ma che ora ha avuto l’accelerazione che era necessaria. Il
problema è arrivare alla linea di partenza della ripresa con così pochi ordini ed
è per questo che chiedo al nostro Premier, che ha ovviamente una più lungimirante
visibilità, quando e perché ci sarà la ripresa, cosa potrà provocarla”.
“Nel frattempo, sul fronte esterno della competitività aziendale – ha
continuato il Presidente di Milano Unica –, dobbiamo continuare ad affinare tutte
le strategie di marketing, non solo come singole aziende ma come sistema, per
essere pronti a cogliere immediatamente i frutti dell’annunciata ripresa a livello
internazionale. Milano Unica è nata, e vuole continuare ad essere, uno degli
elementi della strategia complessiva di marketing del settore, per confermare e
consolidare, anche grazie all’efficiente assistenza dell’Istituto per il Commercio
Estero, la leadership del tessuto italiano ed europeo di qualità sul mercato
internazionale. Va in questa direzione l’organizzazione di On STAGE, che, offrendo
una passerella d’eccezione a 10 tra i più apprezzati stilisti emergenti del
panorama internazionale, vuole contemporaneamente, metterli per quattro giorni a
contatto diretto con l’eccellenza del tessile Made in Italy ed europeo e creare
così un ponte con il futuro e per il futuro della nostra industria. Sul versante
dell’equilibrio interno aziendale, invece, si deve tornare a parlare di riduzione
del cuneo fiscale. E’ necessaria la decontribuzione e la defiscalizzazione degli
accordi aziendali di secondo livello, soprattutto se riferiti a quote variabili di
retribuzione legate ad obbiettivi aziendali. Dobbiamo tornare ad investire come in
passato in tecnologie e risorse umane e il costo del denaro per questi scopi deve
essere basso per il medio e lungo termine. Mi auguro che il nostro Governo faccia
tutto il possibile affinché la Banca Europea non sia la prima ad aumentare i tassi
di riferimento al presentarsi di un inizio di ripresa, tanto come è stata l’ultima
ad abbassarli all’arrivo della crisi. Per ultimo, ma non per questo meno importante,
spero che si continui ad insistere affinché il sistema bancario accompagni tutto
il nostro settore fuori dalla crisi valutandolo nel medio periodo e chiudendo un
occhio su un anno – il 2009 – che spero non faccia testo e o si ripeta”.
“Da ultimo – ha concluso Pier Luigi Loro Piana – ringrazio anche in
particolare il Sindaco di Milano, Letizia Moratti, per il Suo pronto interessamento
e sensibilità verso Milano Unica, augurandomi, in occasione dell’Expo 2015, di cui
tutti siamo orgogliosi, di poter condividere eventi ed iniziative al fine di far
conoscere meglio ai nostri clienti internazionali la nostra cultura”.

www.milanounica.it

 

Visita anche il nostro sito di esercizi inglese e quello di  dritte universitarie


Expo Campionaria di Bari, ci si prepara alla fiera con una guida per non vedenti sulla città di Bari

 

Questo blog riporta notizie di fiera e expo in tutta la penisola

“Il nostro motto è: ‘Dammi le tue preziose dita, ti ridarò la vista…’, una frase ambiziosa, surreale, scientificamente impossibile, a tratti incongruente, ma assolutamente veritiera”: Antonio Giampietro, ragazzo non vedente, racconta con entusiasmo e passione gli obiettivi della F.A.L. Vision Editore snc, una casa editrice di cui è socio, nata il 23 febbraio 2009 con l’intento di pubblicare libri in Braille e a caratteri ingranditi per Ipovedenti, ma anche LIS e standard.

“Il nostro obiettivo – sottolinea Giampietro – è di operare attraverso la cultura nell’inclusione sociale e riscoprire territori nascosti o noti della nostra regione”. Un’idea che è stata apprezzata dalla commissione esaminatrice del bando regionale Princìpi Attivi che ha concesso i finanziamenti a “Occhio alla Puglia”, il progetto attraverso cui dare forma ai contenuti, alle idee, alle emozioni, alle sensazioni e attribuire valore a diverse espressioni artistiche, letterarie, turistiche, archeologiche, enogastronomiche, fotografiche, culturali.


“Farti SENTIRE le parole SCORRERE fra le dita, ASCOLTARE il leggero fruscìo della CARTA accarezzata da avidi lettori, ARRICCHIRSI delle storie che le pagine raccontano, attraverso linguaggi differenti ma con un unico alfabeto che crea centinaia di combinazioni. Questo è quello che ‘Occhio alla Puglia’ vuol fare”, si legge nel progetto presentato alla Regione.

E, tra le lodevoli iniziative varate, rientra anche quella che sarà proposta durante la 73esima Fiera del Levante, in programma dal 12 al 20 settembre. Nei courtesy box presenti nel quartiere fieristico sarà a disposizione del pubblico una guida turistica, a cura di Luciano Maria Pegorari, con due mappe a rilievo. La prima rende accessibile i contenuti della Campionaria a tutte le persone non vedenti grazie ad una cartina a rilievo semplificata contrassegnata da lettere e segni che permettono al disabile di potersi orientare tra padiglioni e stand. Ma non finisce qui: la seconda parte della pubblicazione riporta interessanti cenni storici sulla Fiera del Levante e sulla città di Bari.

“Ringrazio Antonio e la F.A.L. Vision Editore – dichiara il presidente della Fiera, Cosimo Lacirignola – per aver dato vita ad un progetto dall’alto valore sociale e culturale e che non è mai stato realizzato con queste modalità in altre rassegne generaliste italiane. Siamo certi che il pubblico apprezzerà moltissimo la guida e si congratulerà – come ho già fatto io – con gli ideatori”.

 

Consulta i nostri blog dedicati a notizie di finanza e alle video news