Archivio della categoria: Carrarafiere

EDILTIRRENO – MUTAMENTI PROFONDI PER IL MERCATO DELL’EDILIZIA

Previsto un aumento delle ristrutturazioni; i rivenditori devono selezionare la clientela, puntare su qualità e servizi nell’ambito di aggregazioni con grandi gruppi. Le valutazioni fornite durante il salone Ediltirreno Expò che si è concluso a CarraraFiere. Valutazioni positive degli organizzatori per numero e qualità dei visitatori e delle aziende presenti.

Il comparto dell’edilizia, in Italia, si basa sull’attività di oltre ottomila rivenditori con un “valore della produzione” valutato in oltre 195 miliardi di euro nel corso del 2008 che avranno una contrazione di circa 3,5 miliardi nel corso del 2009. Per tutto il 2009 si prevede una diminuzione del fatturato mentre si attende una ripresa dell’attività edile nei primi mesi del 2010.

Sono solo alcune delle cifre fornite da Samuele Grioni, direttore de “Il Giornale del Rivenditore Edile” nell’intervento di apertura di un Convegno/Talk Show sulla Distribuzione Edile che si è svolto a CarraraFiere nella giornata conclusiva di Ediltirreno Expo.

Il comparto, per il quale si prevede uno sviluppo legato principalmente alla ristrutturazione che avrà una quota stimata del 59% del valore globale, affronta un periodo molto complesso e le stime relative al suo andamento diffuse dai principali istituti di ricerca devono essere costantemente aggiornate. Le valutazioni di Grioni, di fronte ad un pubblico di operatori specializzati, sono state molto precise: ”la crisi di mercato può diventare un’opportunità perché in momenti come questi le aziende hanno necessità di reagire e possono farlo migliorando il servizio, il rapporto con la clientela, selezionando i partner commerciali e facendo sistema. Nel resto dell’Europa la distribuzione di prodotti per l’edilizia – ha detto nell’intervento – si basa, per l’80% del fatturato, sull’attività di pochi grandi gruppi che sono in grado di sostenere i prodotti con prezzi concorrenziali e con forti azioni di marketing. In Italia abbiamo una situazione rovesciata con una grande polverizzazione. Ma se fino a pochi mesi fa la strada dell’aggregazione era considerata un’ipotesi oggi diventa una strada obbligata che ci fa avvicinare ad un’organizzazione di modello europeo”. Su questa materia i numeri parlano chiaro: ci sono ben 230.000 concessioni edilizie assegnate ma non utilizzate mentre sono due milioni e seicentomila le abitazioni non in regola con le normative che riguardano sicurezza e risparmio energetico. Quest’ultimo costituisce un grande mercato che mostra segnali di risveglio, a differenza di quello delle nuove abitazioni e, per sopravvivere, il comparto deve sfruttarlo al meglio in attesa di una ripartenza generale per la quale occorre attendere il 2010 e, anche su questa ipotesi il dibattito è stato ricco e vivace.

Positive le valutazioni finali sul salone da parte di CarraraFiere che, assieme a Promofiere ha organizzato il Salone. “In una situazione di grande incertezza, come quella attuale, avere presentato oltre duecento aziende che hanno dimostrato di credere nel futuro di questo mercato e nella nostra manifestazione, è senza dubbio un successo. In attesa dei numeri finali – sono le valutazioni di Paris Mazzanti, direttore di CarraraFiere – possiamo anticipare che abbiamo riscontrato un’ottima presenza di professionisti, progettisti, imprenditori e distributori. Dunque il target richiesto dagli espositori di un evento specializzato. Siamo soddisfatti di questa seconda edizione nella quale è emerso che ci sono ampi margini di crescita, numerica e qualitativa dal punto di vista espositivo mentre il programma degli eventi ha risposto in pieno alle aspettative di aziende e professionisti “.


Gli infermieri di sala operatoria a CarraraFiere


Da domenica 15 marzo 1.300 infermieri professionali partecipano al XII congresso nazionale AICO. Anche per gli Operatori Socio Sanitari una giornata per approfondire principi e responsabilità nei controlli delle infezioni.

Da domenica 15 a martedì 17 marzo circa 1.300 operatori iscritti all’Associazione Italiana Infermieri di Camera Operatoria saranno a CarraraFiere per prendere parte al loro XXII congresso nazionale, occasione che il presidente Giuseppe Mancini considera la prosecuzione “dell’intensa attività formativa che caratterizza un’associazione in costante crescita”.
Il congresso avrà come argomento “l’assistenza in sala operatoria: ricercare per migliorare: dall’EBN alla qualità” e, su indicazione del comitato scientifico affronterà tre temi considerati fondamentali per l’elevazione professionale della categoria: la dimensione relazionale nella professione infermieristica, le attività di formazione e ricerca completate dal lavoro integrato ed interprofessionale per garantire qualità assistenziale.
Sono argomenti che, oltre alle valenze tecniche hanno risvolti sociali e professionali molto importanti nel contesto di una società che considera la salute e la qualità delle prestazioni come elementi fondamentali ed imprescindibili basati prima di tutto sulla professionalità degli operatori del mondo sanitario a tutti i livelli.
Il Congresso A.I.C.O. avrà la durata di tre giorni ed ospiterà, lunedì 16 marzo, il terzo convegno nazionale degli Operatori Socio Sanitari ed Operatori Tecnici dell’Assistenza (O.S.S./O.T.A.) che approfondirà il “Ruolo delle O.S.S. nel controllo delle infezioni “dibattendo su principi, responsabilità, azioni e controlli.
Obiettivo dichiarato dell’evento è “discutere, confrontarsi, e crescere condividendo esperienze umane e professionali, un incontro fra professionisti con un’unica vocazione: fare bene il proprio mestiere.
Per tutta la durata del congresso sarà allestita, negli spazi di CarraraFiere, una mostra espositiva di aziende farmaceutiche ed elettromedicali. (Info e programma sul sito www.aicoitalia.it .
La segreteria organizzativa dell’evento che porterà a Carrara operatori sanitari da tutta Italia interessati all’evento scientifico ma anche a visitare i punti più caratteristici del territorio, è stata curata da Adria Congrex in collaborazione con CarraraCongressi.
Il programma scientifico sarà aperto ufficialmente domenica 15 alle 14.30, dopo i tradizionali saluti delle autorità, da Antonietta Mariani presidente regionale dell’associazione e dal presidente nazionale Giuseppe Mancini che presenterà l’attività programmata.
Come per tutti gli appuntamenti scientifici di alto profilo è prevista la pubblicazione degli atti raccolti in un volume che sarà consegnato in sede congressuale ed ai partecipanti saranno assegnati crediti ECM (numero e caratteristiche sul sito www.aicoitalia.it ).


Balnearia & Tirreno CT coppia vincente – Ottimo bilancio per la manifestazione

Accoglienza, ristorazione, economia del mare: la ricetta di un successo annunciato dalla presenza di settecento marchi su trentacinquemila metri espositivi. Oltre cinquantamila professionisti hanno partecipato a convegni, dimostrazioni, dibattiti e concorsi. Tutte le sigle associative e sindacali presenti per discutere i problemi delle categorie.

Nei numeri c’è la dimostrazione del successo di Balnearia e Tirreno CT, edizione 2009 (1 – 5 marzo) che si è conclusa a CarraraFiere dopo cinque giorni di lavoro frenetico.
Le due manifestazioni unite hanno ospitato complessivamente circa settecento marchi proponendo nei padiglioni di CarraraFiere, su 35.000 metri quadrati, quanto di meglio e di più aggiornato è disponibile per il settore della ristorazione, pasticceria, forniture alberghiere, impianti ed attrezzature per la spiaggia e arredo per esterni che hanno portato da tutta Italia, sulle rive del Tirreno oltre 50.000 visitatori professionali.
“Una proposta commerciale completa ed un evento professionale di altissimo livello – dicono soddisfatti i responsabili di Tirreno CT e di CarraraFiere che ha organizzato Balnearia – che è diventata un appuntamento importante per un intero comparto. Siamo vicini all’inizio del periodo più importante per il settore turistico italiano e questo evento è l’occasione migliore per comparare, fare acquisti, cogliere le tendenze ma anche per discutere i problemi di categorie che, concorrono a creare l’11% del prodotto interno lordo nel nostro paese con oltre due milioni di occupati e un fatturato di novanta miliardi di euro”.
La formula vincente è semplice: un mix ben dosato di proposte commerciali di altissima qualità e tanti eventi che coinvolgono e stimolano migliaia di professionisti. Accolta con grande favore l’idea di Tirreno CT di predisporre, nei 27.000 metri occupati, un’area per il Cooking for Wine Tirreno dove i sommellier professionisti hanno esaminato e premiato vini di tutta Italia, dalle etichette più prestigiose alle produzioni emergenti. Altrettanto successo hanno avuto le esibizioni in diretta di grandi Chef, gli Internazionali d’Italia IX edizione, i campionati di Alta Cucina, il settimo Campionato Nazionale Culinario, tanto per citare alcuni eventi ai quali hanno partecipato i nomi più affermati e le scuole più prestigiose per contendersi diplomi e attestati di vittoria che, nel tempo, sono diventati un passaporto per il successo professionale anche per chi si è specializzato in prodotti di grande consumo come la pizza e il gelato, o in prelibatezza come la “calda calda” meglio conosciuta nel mondo come “cecina” alla quale è stato dedicato un concorso speciale.
Un evento di grande importanza, partecipato attivamente e sostenuto con forza dalle numerose Associazioni di categoria presenti in Fiera: A.C.M.C. Associazione Cuochi Massa Carrara; A.I.S. Associazione Italiana Sommelier; A.M.I.R.A. Associazioni Maitres Italiani Ristoranti ed Alberghi; Assipan; Associazione Italiana Gelatieri SIGA; F.I.B. Federazione Italiana Barman; F.I.C. Federazione Italiana Cuochi; Forum della Panificazione e dell’Arte Bianca; Forum dell’Arte Pasticcera; O.N.A.V. Organizzazione Nazionale Assaggiatori Vini; Pizza e Pasta Italiana; Pizza Planet; U.R.C.T. Unione Regionale dei Cuochi Toscani.
Per Balnearia l’edizione 2009 ha portato, con i primi dieci anni di vita, anche la consacrazione di evento che, oltre a richiamare gli operatori dell’economia del mare, costituisce ormai la sede ideale per affrontare i problemi più attuali: dall’erosione delle spiagge ai canoni demaniali.
Anche per Balnearia è stato fondamentale il sostegno delle associazioni di categoria che sono state presenti con i loro vertici nazionali:: S.I.B. – Sindacato Italiano Balneari Confcommercio; Assobalneari Italia – Federturismo – Confindustria; Fiba – Federazione Italiana Balneari- Confesercenti; I.T.B. Italia, OASI e la benemerita Società Nazionale di Salvamento premiate, assieme agli espositori più “fedeli” nel corso di una cerimonia voluta per ricordare al meglio i primi dieci anni del Salone.


A Balnearia Mister prezzi presenta un portale per informare sui costi degli stabilimenti. Premiazione per le aziende storiche del salone. E gli imprenditori chiedono interventi che rendano competitivo il sistema

Una giornata ricca di iniziative per Balnearia quella di martedì 3 marzo con un programma che inizia alle 10,30 nella sala “Canova” dove si terrà un convegno su “Qualità e servizi degli stabilimenti balneari”. Momento centrale dell’evento sarà la presentazione del “Sistema informativo sui prezzi degli stabilimenti balneari” realizzato dalla Direzione Generale Concorrenza e Consumatori del Ministero dello Sviluppo Economico in collaborazione con le Associazioni degli Operatori.

Sono previste presenze e contributi di grande importanza come l’intervento Bernardo Pizzetti, Dirigente dell’Ufficio Monitoraggio Prezzi presso il Garante per la sorveglianza, che illustrerà i percorsi individuati e adottati per dare la massima trasparenza a prezzi e tariffe.

Prevista la partecipazione e gli interventi di tutti i presidenti delle associazioni di categoria: Riccardo Borgo (S.I.B. Sindacato Italiano Balneari – Confcommercio), di Vincenzo Lardinelli (FIBA – Confesercenti), di Renato Papagni (Assobalneari Italia – Confindustria) e di Giorgio Mussoni (Oasi – Confartigianato).

Sarà un’occasione per presentare e far conoscere uno strumento indispensabile per una rapida consultazione da parte degli utenti e per proseguire un confronto non solo sulle tariffe ma anche sui molti temi che la categoria ritiene di assoluta attualità.

Alle 19.15 (Sala Canova) Balnearia celebrerà i primi dieci anni di attività consegnando a tutti gli espositori “storici” della manifestazione ed alle Associazioni di categoria che hanno sempre sostenuto l’evento. Si tratta di aziende molto importanti che hanno contribuito al successo di Balnearia presentando prodotti sempre nuovi ad un pubblico di professionisti.

Ecco l’elenco dei fedelissimi nel quale troviamo la storia e il DNA della Balneazione: Africa Style; Ar.Ma.Gi S.r.l.; Azzurra; Culligan Technoacque ; Duebbi di Borracci Carlo & Luigi; Gama Beach di Andrea Gazzentini; Indigo di Lazzarone e Polleschi; Marchelux di Filippo Marcheggiani; Maremoto di Morabito Sergio & C; Martini Costruzioni Nautiche; Meucci Gian Piero; O.R.S.I. Srl; Ombrellificio Toscano; P.F.G. S.r.l.; Ramberti; Recar S.r.l.; RI.DA.P. di Ferrero Nello; Scam S.r.l.; Tecnopress di Tassinari Corrado; Velmo Italia.

Premio anche alle associazioni di categoria che hanno sempre sostenuto la manifestazione. Saliranno sul palco i presidenti di S.I.B. – Sindacato Italiano Balneari Confcommercio; Assobalneari Italia – Federturismo – Confindustria; Fiba – Federazione Italiana Balneari- Confesercenti; I.T.B. Italia, OASI e la benemerita Società Nazionale di Salvamento.

Intanto, nella giornata di lunedì 2 marzo, si è tenuto, a cura dell’Associazione Italiana Imprenditori Turistici Balneari, un convegno su “Turismo balneare….una risorsa possibile da rivalutare”. Nella relazione di apertura il presidente Giuseppe Ricci ha sottolineato la “ necessità e l’impegno di dare sempre e in ogni caso i migliori servizi disponibili trovando formule per rendere le nostre attività produttive e metterle in condizione di tornare a competere. Molto dipenderà da noi – ha detto fra l’altro Ricci – ma anche dal governo italiano che dovrà investire maggiori risorse per creare le condizioni strutturali nel paese. L’imprenditore non deve essere gravato da pagamenti di oboli e tasse, velatamente camuffate. Il servizio di assistenza ai bagnanti in mare gravano di responsabilità civili e penali gli esercenti mentre un lungo elenco di tasse e balzelli gravano sulle attività balneari. Sono costi – ha concluso – che rendono il sistema turistico scarsamente competitivo ed inaccessibile per i tanti turisti che vorrebbero goderselo.”