Archivio dell'autore: admin

Confrontare preventivi prima di un trasloco

Traslocare è un’operazione che può richiedere anche diversi mesi di preparazione, non solo per quanto riguarda l’imballaggio dei propri oggetti, ma anche per riuscire a confrontare più preventivi possibile in modo da ottenere il miglior prezzo.

Solitamente le aziende forniscono un servizio di preventivi gratuito, ma bisogna diffidare comunque dei prezzi “super stracciati” e di quelli che ci sembrano esageratamente alti. Si possono consultare aziende già conosciute, consigliate da qualche amico oppure svolgere un accurato lavoro di ricerca online che garantisca di valutare ad ampio raggio le numerose aziende e le loro diverse offerte. Numerosi traslocatori competono in qualità cercando di rilasciare preventivi quanto più dettagliati possibile, con l’elenco di tutti i servizi e delle garanzie assicurative che vengono offerte.

Le caratteristiche e le variabili di cui tenere conto

Prima di tutto, la distanza. Le ditte di traslochi suddividono le proprie tariffe in fasce chilometriche, i costi quindi saranno diversi sia in base alla distanza da percorrere che alla quantità di oggetti da trasportare.

I volumi, che generalmente sono calcolati in media e non con precisione “al centimetro”. Questi però servono anche per considerare i vuoti per pieno: sarebbero cioè gli spazi vuoti all’interno del camion, dei quali si tiene comunque conto anche quando un mobile come una pedana, un piedistallo o una pianta impediscono di stipare altri oggetti sopra o sotto.

Il piano della propria abitazione, che determina la facilità di accesso dei mezzi e del personale della ditta. Tutte queste variabili andranno ad influenzare il proprio preventivo.

Il periodo dell’anno più conveniente

Anche il periodo dell’anno incide sui costi per i preventivi dei traslochi: l’estate, caratterizzata da periodi di vacanze, è il periodo in cui il carico di lavoro delle ditte aumenta notevolmente facendo scattare il cosiddetto periodo “d’alta stagione” con costi superiori anche del 20 per cento. Simili al periodo estivo sono anche i costi durante i mesi in cui scadono i contratti di affitto, solitamente Settembre, Dicembre, Marzo e Giugno.

Durante la “bassa stagione” invece alcune ditte applicano addirittura degli sconti, che toccano anche il 15 per cento. Va anche segnalato che, solitamente, i fine settimana non godono di offerte di tariffe particolari, ma è bene chiedere chiarimenti durante la stipula dei preventivi, per essere sicuri di non farsi scappare nessuna offerta “last minute”.

Coldiretti all’Expo: analisi di bilancio e imitazioni

 

La Coldiretti Lazio si è recentemente recata all’Esposizione universale a Rho (MI) per partecipare all’Assemblea nazionale presso l’Auditorium di Palazzo Italia e fare una prima analisi di bilancio dell’Expo.

 

Orgoglio e imitazione

L’occasione è stata utile anche per vedere i risultati di una mostra, tenutasi dal 6 al 12 luglio, in cui sono stati presentati al pubblico alcuni dei prodotti più famosi della tradizione culinaria italiana. Prodotti originali della Penisola e tipici regionali, che però sono spesso oggetto di imitazioni e prese in giro.

 

La mostra delle falsità

Alle contraffazioni, per denuncia, è stata addirittura dedicata una mostra, aperta dal presidente nazionale di Coldiretti, con la partecipazione dell’esponente principale del Comitato scientifico dell’Osservatorio sulla criminalità nel settore agroalimentare.

 

Prodotti imitati, ridicolizzazioni e vandalismo

Tra gli alimenti laziali che più subiscono imitazioni, si trovano il pecorino romano DOP, i pomodori san marzano, la provola e piatti tipici come la pasta all’amatriciana.

Non solo: è ancora bene presente nella memoria degli italiani l’atto di vandalismo perpetrato ai danni della fontana del Bernini nella Capitale, per non parlare degli stereotipi sull’Italia, la presa in giro dei processi produttivi, i nomi modificati a fini derisori e altri subdoli attacchi.

 

Pubblica denuncia

Da una parte, quindi, la celebrazione della qualità italiana, dall’altra la pubblica denuncia di chi questa qualità la vuole affossare, con la messa in mostra di tutte le imitazioni tanto del made in Italy, quanto del made in Campania.

 

Assemblea

L’Assemblea che si è tenuta lo scorso 18 luglio, oltre che fare una prima analisi di bilancio dell’Expo, ha avuto anche nel suo ordine del giorno una maggiore sensibilizzazione al problema delle imitazioni e la difesa della produzione agroalimentare dell’Italia.

A riguardo di questo settore, non è stato dimenticato l’aspetto del lavoro e delle possibilità occupazionali che possono nascere da questo tipo di attività. Su questo punto è intervenuto il Ministro delle Politiche Agricole, proponendo opportunità di lavoro stagionali per i giovani, per esempio nei campi.

 

Non solo Campania

Non è solo questa la regione colpita da contraffazioni e svalutazione, anzi sembra esserci una tendenza ad allargare questo fenomeno a tutto il Paese. Per questo è importante e significativo ogni passo che vada nella direzione della difesa del settore alimentare, che è uno dei vanti del più ampio patrimonio culturale italiano.

Fiere e manifestazioni: le occasioni migliori per promuoversi

Una delle migliori occasioni che una azienda ha per farsi conoscere è, senza dubbio, quella di prendere parte a fiere e manifestazioni, in modo tale da venire in contatto con il maggior numero di persone (interessate al proprio settore) possibile. Si tratta di un’ottima pubblicità ma, sebbene si tratti di una opportunità da dover prendere al volo, questa tipologia di occasioni non va sprecata e, pertanto, è fondamentale muoversi nella maniera migliore possibile, per riuscire a sfruttarla al meglio. Quando si decide di partecipare a una manifestazione, che sia una fiera del settore o una qualsiasi occasione pubblica per farsi conoscere, si deve essere sempre molto preparati. L’azienda che intende cogliere questa opportunità deve, quindi, affidarsi a dei professionisti del settore, per cercare di mettere a punto un vero e proprio piano finalizzato alla comunicazione. Per essere ricordata, una pubblicità deve essere incisiva. Cosa c’è di meglio, quindi, di far realizzare dei cataloghi con tutti i prodotti che si commercializzano o pieghevoli illustrativi dei servizi che si offrono? Anche i manifesti e le stampe di grosso formato sono molto importanti, così come lo sono i volantini e i flayer, ad esempio. Tuttavia, prima di guardare a questi aspetti, si deve pensare all’allestimento dello stand, che deve essere ben fatto e progettato in base alle proprie esigenze. Oggi come oggi, tanto per la stampa grandi formati quanto per tutto ciò che concerne la pubblicizzazione di una azienda in fiere e occasioni simili, ci sono dei siti online che offrono un servizio di stampa completo al 100% a prezzi molto competitivi. E’ molto importante affidarsi a dei professionisti del settore, anche perché la promozione è il primo passo per il successo. Oltre a un team di esperti, è importante affidarsi anche ai social network che sono sempre più importanti nella vita di tutti i giorni e, pertanto, anche in quella delle aziende. Attraverso questo mezzo si può, ad esempio, far sapere della propria presenza a un evento, in modo da incuriosire e attirare più persone possibile. Come si nota, di modi per promuoversi ce ne sono diversi ma quello che conta realmente è riuscire a integrare il tutto al meglio, in modo tale da agire su diversi fronti. Farsi conoscere attraverso la pubblicità deve essere il primo obiettivo di un’azienda e, pertanto, è importante curarne i minimi dettagli. Un’azienda o una società che si affida a dei professionisti del settore per mettere a punto la propria pubblicità, affidando loro la stampa dei propri manifesti e quant’altro, parte già con il piede giusto, perché in questo modo farsi conoscere è molto più semplice.

Un’azienda che opera in modo professionale nel settore della stampa online è Exaprint. Potrete scegliere fra i tanti formati di stampa e fra i tanti supporti la vostra comunicazione più appropriata con costi e tempi di realizzazione fra i migliori di mercato.

Informazioni aziende: a Sesto c’è l’app per smartphone

In occasione dell’Expo 2015, il Comune di Sesto San Giovanni ha aperto il progetto OpenSesto: si tratta di un’applicazione che mostrerà ai turisti le informazioni delle aziende che lavorano sul territorio.

 

Un’indicazione utile per chi viene, una promozione gratuita per le aziende del territorio: questo è l’obiettivo del Comune nell’hinterland milanese. Il Comune assicura che utilizzerà le informazioni delle aziende negli itinerari pensati per i turisti in vista dell’Expo 2015: per entrare tra le aziende pubblicizzate, basta insistere sul territorio di Sesto San Giovanni ed essere regolarmente iscritti alla Camera di Commercio.

 

L’applicazione sarà disponibile sul sito omonimo a partire da metà Aprile 2015 (considerato che l’Expo è a Maggio…). Le attività interessate possono sfruttare l’occasione per aggiornare le informazioni delle aziende e offrire così un servizio migliore a chi visiterà il Comune durante la kermesse.

 

Gli sviluppatori dell’applicazione fanno sapere che questa sarà completamente gratuita e che ai turisti basterà un touch per avere subito a portata di mano una mappa completa del Comune di Sesto, con tutti i riferimenti ai locali di interesse. L’applicazione può essere usata anche dai residenti, per riscoprire il proprio territorio. Una volta verificati i dati, gli imprenditori dovranno andare sul sito dell’applicazione e fornire le informazioni delle aziende. Ogni azienda ha la sua pagina personale, consultabile direttamente dall’app.

 

Tra le informazioni facoltative, gli imprenditori potranno indicare eventuali sconti e promozioni riservate ai turisti, al fine di mostrarle sull’applicazione online. Ogni giorno, secondo gli amministratori comunali, moltissime attività puntano sul progetto, creando la pagina aziendale all’interno dell’applicazione.

 

Inserire i dati è molto semplice: basta una registrazione e si possono aggiornare in tempo reale tutte le informazioni della propria pagina. Non resta che aspettare Maggio, per verificare quanti turisti ci saranno all’Expo e vedere quanti scaricheranno l’applicazione del Comune di Sesto San Giovanni.
In ogni caso, il progetto resta una bella idea da parte del Comune, che ha così compreso l’importanza delle informazioni aziendali per dare un vero rilancio a piccole e medie imprese, che oggi risentono di una congiuntura economica difficile. Molte sono le speranze dietro la kermesse internazionale dell’Expo: il Comune di Sesto ha investito come partner del progetto, ma ora sta agli imprenditori aggiornare i dati sulle proprie attività e attirare così i turisti.