In arrivo nei ristoranti le bistecche eco sostenibili

I clienti di alcuni ristoranti esclusivi saranno presto in grado di assaggiare bistecche da laboratorio, grazie a una startup israeliana che cerca di attingere alle preoccupazioni dei consumatori in materia di salute, ambiente e benessere degli animali. Per cui anche i freelancer magento che si danno da fare a creare software adatti per siti dovranno considerare l’idea di interfacciarsi con clienti che produco non questa novità.

Mentre gli hamburger e il pollo coltivati ??in laboratorio sono già in fase di sviluppo in tutto il mondo, l’azienda israeliana Aleph Farms sostiene di essere la prima azienda ad aver sviluppato bistecche in un laboratorio ed è in trattative con alcuni ristoranti di fascia alta negli Stati Uniti, Europa e Asia per averlo sul mercato nel 2021.

Cosa offrirà l’azienda israeliana?

Prevede inizialmente di offrire bistecche minute sviluppate da un piccolo numero di cellule prelevate da una mucca, evitando la necessità di macellare l’animale nel processo o utilizzare antibiotici che possono essere dannosi per i mangiatori di carne.

Aleph Farms spera di portare il suo prodotto su un numero limitato di menu del ristorante dal 2021 in una fase di prova, con l’obiettivo di un lancio ufficiale nel 2023, prima nei ristoranti e poi nei negozi.

Il suo prossimo prodotto sarà una bistecca densa con “le proprietà che ci piacciono e che tutti conosciamo”, ha dichiarato Neta Lavon, vicepresidente per la ricerca e lo sviluppo.

Una porzione della sua bistecca, ovvero una sottile fetta di carne che cuoce molto velocemente, costa attualmente circa 50 dollari. Aleph Farms dice che spera di ridurne il valore entro il 2021.

Alla fine, punta alla produzione di massa, abbassando ulteriormente il prezzo e rendendo redditizie le sue bistecche in vendita nelle steakhouse più economiche.

Le dichiarazioni del CEO dell’azienda

Didier Toubia, co-fondatore e CEO di Aleph Farms, ha dichiarato che la società ambisce a diventare uno dei primi tre produttori mondiali di carne entro 20 anni, sfidando leader di mercato come Tyson Foods, che ha investito in un’altra start-up israeliana che sviluppa carne coltivata , Future Meat Technologies.

Toubia, tuttavia, non ha dato un obiettivo di entrate per il suo prodotto. Ha fondato l’azienda nel 2017 in partnership con Technion – l’incubatore The Kitchen di Strauss Group, l’Istituto israeliano di tecnologia e food maker. A maggio ha raccolto 12 milioni da investitori tra cui Cargill e ora ha raggiunto i 14 milioni.

La domanda di sostituti della carne tradizionali sta crescendo e gli analisti stimano che il mercato statunitense delle carni con base vegetale, ad esempio, potrebbe raggiungere 100 miliardi di dollari entro il 2035.

Il numero di start-up che producono carne sviluppata in laboratorio è passato da quattro alla fine del 2016 a più di due dozzine l’anno scorso, secondo il ricercatore di mercato del Good Food Institute.

La start-up olandese Mosa Meat prevede che il costo di produzione di un hamburger sarà di circa $ 10 una volta aumentata la produzione. Cosa ne penseranno i freelancer prestashop?

Comments

comments