Expo: interviene Formigoni

Expo è bloccata per l’irrigidimento di Regione Lombardia? Niente affatto, anche se qualcuno continua a fare circolare questa meschina storiella”. Lo sottolinea il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni.

“Ricordo – prosegue Formigoni – che Regione Lombardia non si è mai occupata della questione delle aree fino al 20 aprile, quando tutti i soci mi pregarono di studiare l’ipotesi di una Newco pubblica. Avevo segnalato questa possibilità, con l’intento di sbloccare uno stallo che durava da oltre due anni, quando invece sarebbe stato prudente provvedervi fin dal marzo 2008, magari indicando per Expo un’area pubblica”.

“Dal 20 aprile – aggiunge Formigoni – Regione Lombardia porta avanti lo studio assai complesso della Newco, ma nel frattempo, Comune e Provincia ritirano la loro disponibilità. E’ a questo punto che tutto si blocca anche se Regione Lombardia perfeziona la possibilità della Newco e settimana prossima, nel consiglio regionale, la varerà definitivamente”.

“Comune e Provincia – ragiona ancora Formigoni – preferiscono ora l’ipotesi del comodato tramite un accordo con i proprietari delle aree? Come ho spiegato ai soci martedì scorso, noi non ci opponiamo e dunque non blocchiamo nulla e dunque non dobbiamo fare alcun passo indietro”.

“Per realizzare la strada del comodato – conclude Formigoni – bastano tre mosse: il sindaco commissario dichiari l’Expo evento di pubblica utilità, indichi il valore delle aree e realizzi la variante urbanistica. Come ho detto, non ci opporremo, ma certamente nessuno ci può obbligare a promuovere un accordo di programma che, alla luce di accordi già intercorsi con i privati, sarebbe illegittimo”.

Comments

comments