PORDENONE FIERE: CHIUDE BENE IL PRIMO TRIENNIO DELL’ASSOCIAZIONE REGIONALE TRA LE FIERE

Si è riunita nei giorni scorsi, presso la sede della Fiera di Trieste, l’Assemblea dei Soci di Unionfiere Friuli Venezia Giulia per l’approvazione del bilancio dell’esercizio 2008. Un bilancio che, oltre a chiudere positivamente sotto il punto di vista economico-finanziario, ha di fatto concluso il primo triennio dell’Associazione tra le fiere regionali.
“Il bilancio globale che possiamo trarre di questo primo periodo di attività – ha sottolineato in proposito il presidente Alvaro Cardin – è senz’altro positivo: mettere attorno allo stesso tavolo tre società regionali che fanno lo stesso tipo di attività, che spesso si trovano in concorrenza tra loro, e farle dialogare come partner secondo quanto indicato dalla precedente amministrazione regionale e confermato anche dall’attuale, non è stato un risultato da poco”. In effetti le tre Fiere hanno avviato in questo periodo un percorso che prevede, tra i primi obiettivi, quello dell’omogeneizzazione dei calendari in modo da creare maggiori occasioni di business per tutte, evitando le situazioni di conflittualità tra le proposte al pubblico dei visitatori e verso gli espositori che si sono verificate negli anni passati. “Un altro obiettivo che ci poniamo per il prossimo futuro – ha aggiunto Cardin – è quello di trovare una formula che ci consenta di integrarci per tagliare una serie di costi che oggi gravano in maniera significativa sui nostri bilanci”.
“L’obiettivo di Unionfiere – hanno dichiarato all’unisono i tre presidenti Cardin, Zanirato e Bronzi – è quello di ottimizzare le attività fieristiche in Regione: è nostro precipuo impegno quello di attivare tutte le sinergie possibili perché ciascuna società possa realizzare al meglio i propri programmi. Stiamo anche lavorando su progetti che verranno realizzati in partenariato tra due fiere, cercando di valorizzare il più possibile le risorse esistenti, e proponendo anche alle Istituzioni di sostenere i nostri progetti con una particolare attenzione a quelli, e non sono pochi, che riescono a generare un significativo indotto per il territorio”.
Un riconoscimento e chiaro apprezzamento per il sostegno assicurato è stato infine espresso dai Soci alla Fondazione CRUP ed all’Amministrazione Regionale, che in questo primo triennio hanno contribuito alla realizzazione di iniziative specifiche organizzate dai partners di Unionfiere nell’ambito dei loro calendari di eventi.


Comments

comments