Archivi giornalieri: marzo 5, 2009

Balnearia & Tirreno CT coppia vincente – Ottimo bilancio per la manifestazione

Accoglienza, ristorazione, economia del mare: la ricetta di un successo annunciato dalla presenza di settecento marchi su trentacinquemila metri espositivi. Oltre cinquantamila professionisti hanno partecipato a convegni, dimostrazioni, dibattiti e concorsi. Tutte le sigle associative e sindacali presenti per discutere i problemi delle categorie.

Nei numeri c’è la dimostrazione del successo di Balnearia e Tirreno CT, edizione 2009 (1 – 5 marzo) che si è conclusa a CarraraFiere dopo cinque giorni di lavoro frenetico.
Le due manifestazioni unite hanno ospitato complessivamente circa settecento marchi proponendo nei padiglioni di CarraraFiere, su 35.000 metri quadrati, quanto di meglio e di più aggiornato è disponibile per il settore della ristorazione, pasticceria, forniture alberghiere, impianti ed attrezzature per la spiaggia e arredo per esterni che hanno portato da tutta Italia, sulle rive del Tirreno oltre 50.000 visitatori professionali.
“Una proposta commerciale completa ed un evento professionale di altissimo livello – dicono soddisfatti i responsabili di Tirreno CT e di CarraraFiere che ha organizzato Balnearia – che è diventata un appuntamento importante per un intero comparto. Siamo vicini all’inizio del periodo più importante per il settore turistico italiano e questo evento è l’occasione migliore per comparare, fare acquisti, cogliere le tendenze ma anche per discutere i problemi di categorie che, concorrono a creare l’11% del prodotto interno lordo nel nostro paese con oltre due milioni di occupati e un fatturato di novanta miliardi di euro”.
La formula vincente è semplice: un mix ben dosato di proposte commerciali di altissima qualità e tanti eventi che coinvolgono e stimolano migliaia di professionisti. Accolta con grande favore l’idea di Tirreno CT di predisporre, nei 27.000 metri occupati, un’area per il Cooking for Wine Tirreno dove i sommellier professionisti hanno esaminato e premiato vini di tutta Italia, dalle etichette più prestigiose alle produzioni emergenti. Altrettanto successo hanno avuto le esibizioni in diretta di grandi Chef, gli Internazionali d’Italia IX edizione, i campionati di Alta Cucina, il settimo Campionato Nazionale Culinario, tanto per citare alcuni eventi ai quali hanno partecipato i nomi più affermati e le scuole più prestigiose per contendersi diplomi e attestati di vittoria che, nel tempo, sono diventati un passaporto per il successo professionale anche per chi si è specializzato in prodotti di grande consumo come la pizza e il gelato, o in prelibatezza come la “calda calda” meglio conosciuta nel mondo come “cecina” alla quale è stato dedicato un concorso speciale.
Un evento di grande importanza, partecipato attivamente e sostenuto con forza dalle numerose Associazioni di categoria presenti in Fiera: A.C.M.C. Associazione Cuochi Massa Carrara; A.I.S. Associazione Italiana Sommelier; A.M.I.R.A. Associazioni Maitres Italiani Ristoranti ed Alberghi; Assipan; Associazione Italiana Gelatieri SIGA; F.I.B. Federazione Italiana Barman; F.I.C. Federazione Italiana Cuochi; Forum della Panificazione e dell’Arte Bianca; Forum dell’Arte Pasticcera; O.N.A.V. Organizzazione Nazionale Assaggiatori Vini; Pizza e Pasta Italiana; Pizza Planet; U.R.C.T. Unione Regionale dei Cuochi Toscani.
Per Balnearia l’edizione 2009 ha portato, con i primi dieci anni di vita, anche la consacrazione di evento che, oltre a richiamare gli operatori dell’economia del mare, costituisce ormai la sede ideale per affrontare i problemi più attuali: dall’erosione delle spiagge ai canoni demaniali.
Anche per Balnearia è stato fondamentale il sostegno delle associazioni di categoria che sono state presenti con i loro vertici nazionali:: S.I.B. – Sindacato Italiano Balneari Confcommercio; Assobalneari Italia – Federturismo – Confindustria; Fiba – Federazione Italiana Balneari- Confesercenti; I.T.B. Italia, OASI e la benemerita Società Nazionale di Salvamento premiate, assieme agli espositori più “fedeli” nel corso di una cerimonia voluta per ricordare al meglio i primi dieci anni del Salone.


AGRIMONT COMPIE 30 ANNI – LE NOVITA’ DELLA MOSTRA DEDICATA DELL’AGRICOLTURA DI MONTAGNA

Compie trent’anni Agrimont, il tradizionale appuntamento di inizio primavera che Longarone Fiere dedica all’agricoltura di montagna. Un traguardo di prestigio per un evento diventato importante punto di riferimento per un settore unanimemente riconosciuto come strategico per tutte le attività legate al territorio montano. Trent’anni di storia segnati da un’evoluzione continua per una mostra, nata nel 1980, che ha saputo, in un arco di tempo in cui le imprese agricole hanno subito una forte contrazione, crescere sotto il profilo professionale riuscendo a raggiungere i quasi 25.000 visitatori annui, provenienti non solo da tutto il Triveneto, ma anche da diverse regioni del Nord Italia.

La rassegna, che si avvale anche del prestigioso patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, si terrà nei due fine settimana dal 20 al 22 e dal 27 al 29 marzo. Anche quest’anno le aziende del settore non hanno voluto mancare numerose all’appuntamento proponendo quanto di meglio offre il mercato in fatto di prodotti, macchinari e attrezzature per l’agricoltura, la forestazione e il giardinaggio. Di sicuro interesse anche la proposta di nuove soluzioni per la costruzione di strutture per il ricovero degli animali. Ampio spazio anche alle attività di raccolta, lavorazione e trasformazione del legno a scopi energetici. Non mancheranno inoltre di attrarre l’attenzione del grande pubblico i prodotti per l’orto e il giardino, dalle sementi alle piante, mentre si presenta ampia l’offerta di prodotti agroalimentari tipici, caratteristici della montagna e delle diverse regioni italiane.

Tra le novità della 30. Agrimont è certamente da sottolineare l’ampio spazio allestito dall’Amministrazione provinciale di Belluno la quale darà vita, in collaborazione con l’Associazione Provinciale Allevatori e la Regione Veneto, ad un fitto programma di iniziative riservate alle scuole e al grande pubblico. Nei due fine settimana di apertura della rassegna di particolare interesse si annuncia la presenza delle “Fattorie didattiche” con la proposta di dimostrazioni di lavorazioni tradizionali come la produzione del pane, la potatura degli alberi da frutto, la caseificazione del latte bovino e caprino. In questo ambito si inserisce anche l’Associazione Provinciale Allevatori che, oltre alle ormai tradizionali esposizioni dedicate alle diverse razze di bovini, ovicaprini ed equini, presenterà anche delle razze avicole in via d’estinzione. Anche l’iniziativa “Adotta un orto” non mancherà di coinvolgere con una proposta, per certi versi innovativa, il mondo dei consumatori. Grande protagonista sarà infine il gelato artigianale con il progetto lanciato sempre dall’Amministrazione Provinciale per proporre al consumatore un prodotto, pura espressione del territorio bellunese. In fiera i visitatori potranno infatti trovare il gelato preparato con frutta e latte grazie alla collaborazione tra produttori di frutta, latterie e aziende artigiane del gelato della provincia.

Agrimont 2009 è, dunque, più che mai, un’occasione da non perdere per tutti coloro che desiderano avvicinarsi alla campagna, ai valori della cultura contadina, alle tradizioni rurali e alle produzioni tipiche del territorio conoscendo come funziona un’impresa rurale e cosa significa fare agricoltura oggi.

www.longaronefiere.it