Archivio mensile:febbraio 2009

BAUMEC 09: FORMAZIONE PROFESSIONALE SUI CANTIERI

Il programma di contorno di “Baumec 09” è mirato a una formazione ad ampio raggio con il convegno dedicato alla sicurezza sul lavoro in edilizia, i seminari dedicati alla pianificazione e alla gestione della sicurezza sui cantieri e i corsi di primo soccorso per aziende che operano nel settore edile. “Baumec” si svolge in contemporanea con “Viatec” dal 5 all’8 marzo 2009 a Fiera Bolzano e insieme offrono una panoramica a 360° per l’intero comparto della costruzione.

Se oggi l’edilizia occupa il quarto posto nella classifica nazionale dei comparti a rischio di infortuni e l’Italia è al di sotto della media dei Paesi europei nel numero di incidenti nei cantieri edili, ciò è dovuto all’avvio di una serie di iniziative importanti, sia sul piano normativo che su quello organizzativo.* A tal proposito, a cornice della fiera specializzata per macchine ed attrezzature edili, Fiera Bolzano, in collaborazione con la Provincia Autonoma di Bolzano, organizza la mattina di sabato 7 marzo un convegno presso il Centro Congressi Fiera Bolzano/Four points by Sheraton incentrato sul nuovo testo unico, sulle novità introdotte e sulle prospettive. Inoltre, a corredare il tutto, sono stati organizzati dei seminari per coordinatori della sicurezza sul lavoro alla luce del nuovo testo unico, sempre presso il Centro Congressi il venerdì 6 e sabato 7 nel pomeriggio.

“Baumec 09” offre una formazione professionale ad alto livello per tutti gli operatori del settore completata da corsi di primo soccorso, organizzati direttamente nei padiglioni di Fiera Bolzano dal Comitato Paritetico Edile per la Formazione e la Sicurezza in Edilizia per la Provincia di Bolzano (CPE), in collaborazione con la Croce Bianca di Bolzano.

“È davvero opportuno formarsi con l’obiettivo di ridurre il più possibile gli incidenti e gli infortuni sul lavoro. I cantieri, infatti, sono i luoghi in cui accadono gli incidenti più gravi”, afferma l’arch. Christine Monthaler, nuova Direttrice del CPE. “Secondo il nuovo decreto legislativo 81 del 2008, le aziende edili devono avere un addetto al primo soccorso su ogni cantiere formato per essere in grado, in caso di emergenza, di svolgere tutto il necessario per la rianimazione e sapere a chi rivolgersi e come comportarsi in queste occasioni”, conclude Christine Monthaler.

Il CPE organizza nelle sue attività ordinarie i propri corsi di formazione, quest’anno, uno di questi corsi si svolgerà direttamente a “Baumec” presso il loro stand e sarà rilasciato un attestato di partecipazione. “In Alto Adige il corso deve essere ripetuto ogni anno, mentre nel resto d’Italia ogni tre anni”, conferma la Direttrice del CPE, “si tratta di due giornate di corso, all’interno delle ore di lavoro e senza oneri per il partecipante”, conclude Monthaler ricordando che a al corso, anche se indirizzato ad un numero limitato di operai edili, potranno assistere tutti gli interessati.

L’iscrizione al convegno è obbligatoria sul sito www.baumec.it  e il costo è di 60 euro, la quota d’iscrizione comprende la partecipazione ad un seminario, l’abbonamento per 4 giorni di fiera sia a “Baumec” che a “Viatec” 09, la cartella del convegno e gli attestati di partecipazione e frequenza che equivalgono a ore riconosciute per l’aggiornamento obbligatorio per coordinatori della sicurezza.

“Baumec” e “Viatec” sono aperte dal 5 all’8 marzo 2009 dalle 9.00 alle 18.00 e il costo è di 6 euro.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare le pagine www.baumec.it  e www.viatec.it


Presentata Balnearia 2009. Bici acquatica dimagrante e lettini abbronzanti automatizzati.

Balnearia si presenta con tante novità per le vacanze sulla spiaggia. Per il soccorso in mare prototipo di un Kit di salvataggio ma anche un pedalò per disabili

Chi vuol vedere in anteprima le novità, davvero tante, che troveremo in spiaggia nell’estate 2009, deve visitare Balnearia, il salone professionale delle attrezzature e arredo esterno che si tiene a CarraraFiere da domenica 1 a giovedì 5 marzo. Fra le tante ecco una prima serie di segnalazioni.

Fra le novità assolute c’è waterpillar un veicolo anfibio presentato per la prima volta in Italia dalla Eugenio Pelosi di Firenze (www.waterpillar.net ) Il mezzo, un po’ bici un po’ anfibio, accoglie all’interno due “pedalatori” che, ingabbiati in una struttura di alluminio, spingono il mezzo attraverso pedali e meccanismi per far girare due grandi ruote coloratissime (circa due metri) che gli consentono di galleggiare e di muoversi sia in acqua che sulla spiaggia. Forse un po’ faticoso ma sicuramente molto vistoso tanto che c’è già chi pensa di sfruttarlo per la comunicazione pubblicitaria mobile. Per chi vuol godere la spiaggia abbronzandosi senza dover chiedere di essere spalmato con creme protettive ed olio solare, c’è il kit Aurora System , il primo sistema brevettato in Italia che permette di rinfrescarsi stando comodamente sdraiati sul lettino senza il minimo sforzo. Il Kit spruzza automaticamente i patiti della tintarella evitando stress e scottature.

Per chi non può fare a meno della dose quotidiana di moto c’è la It Bike, un mezzo acquatico che monta pedali e seggiolino su uno scafo in plastica o vetroresina. È lungo oltre due metri e può raggiungere, in acqua, una velocità di ben undici chilometri orari, è in grado di sostenere pesi fino a 159 chili e garantisce un consumo orario di calorie: dalle 105 alle 155. Viene realizzato in Canada e commercializzato in Italia da un’azienda romana: Edoardo Evangelisti (www.itbike-italia-evangelisti.it ) ed è adatto alle escursioni su ogni specchio d’acqua.

Per chi preferisce il relax sotto l’ombrellone ma con bibite e spuntini ci sono vassoi e ciotole d’autore di Mebel, leader nella realizzazione di articoli in melamina, che presenta la collezione Small Entities, firmata dal designer Marco Maggioni. Si tratta di vassoi, piatti, ciotole e gli altri articoli colorarti e resistenti che trovano un perfetto impiego presso alberghi, agriturismo, bar e ristoranti sulla spiaggia. Finalmente un tocco di classe al break pomeridiano in una giornata assolata ma anche all’happy hour alla moda che inaugura la notte estiva. Sono stati premiati ed esposti al MoMa di New York per la ricercatezza delle forme e il valore del design.

Fra le novità più …. acquatiche c’è il natante “Ambilo”, un “pedalò” rivoluzionario che dispone di comandi a mano e a pedale con manigliera tali da permettere alle persone con disabilità agli arti inferiori di abbandonare stampelle e sedia a rotelle e mettere in movimento il mezzo, con le proprie forze, insieme ai normodotati. Il progetto è stato curato e realizzato dall’Associazione onlus “Handy Superabile” ospite nello spazio di Indigo produttore di pattini e pedalò

Per chi invece pensa alla sicurezza c’è il prototipo di un Kit di Salvataggio, messo a punto da Riccardo Iacopetti, un tecnico che, sfruttando anche le sue esperienze di bagnino provetto ha realizzato il prototipo di un giubbetto di salvataggio che protegge da ogni tipo di avversità è studiato per affrontare le situazioni più proibitive quando le condizioni del mare non permettono l’uso di moto d’acqua o patini. Garantisce grande galleggiabilità e protegge gli organi vitali. Per il momento solo un prototipo ma con un partner tecnico all’altezza può diventare un successo tecnico e commerciale.


CAMPEGGI E CAMPER, TUTTE LE NOVITA’ A EXPOLEVANTE

Campeggio, caravanning, case prefabbricate: l’edizione 2009 di Expolevante, in programma alla Fiera del Levante dal 16 al 19 aprile (orario dalle 10 alle 22, ingresso gratuito), soddisferà, tra gli altri, gli amanti della vacanza in libertà. Merito di una vasta ed aggiornata esposizione di camper, caravan, tende, accessori, case mobili, attrezzature e tutto ciò che serve per il turismo itinerante e all’aria aperta.

Oggi, peraltro, rappresenta un luogo comune l’idea che il campeggio sia sinonimo di vacanza spartana, fatta di rinunce e adatta solo a chi ha spirito di adattamento e sacrificio. I campeggi dei nostri tempi, infatti, sono ideali anche per i palati più esigenti e riescono a proporre comfort e qualità in tenda, bungalow o casa-mobile. Alcune di queste ultime sono dotate di aria condizionata e dispongono di grandi terrazze in legno mentre le tende da campeggio a casetta sono spesso completamente arredate e lussuose, con letti di confezione olandese di fattura stabile, materassi in schiuma di lattice che mantengono fresca la temperatura corporea e molle rafforzate sui due lati.

Nell’evoluzione del mercato e delle preferenze dei turisti stanno riscuotendo sempre più successo i camping resort, dotati di un alto tasso di comfort ma sempre a contatto con la natura, e i camping adventure, adatti a chi pratica e ama gli sport. E, in un paese a forte vocazione turistica come l’Italia, il comparto del turismo all’aria aperta, che ha superato i 64 milioni di presenze, è molto importante per l’economia nazionale. Dei quasi 12 milioni di turisti italiani e stranieri che ogni anno scelgono il nostro Paese per trascorrere una vacanza all’aria aperta e a diretto contatto con la natura, ben 8 milioni utilizzano i campeggi e villaggi turistici presenti sull’intero territorio nazionale.

Dalle ultime cifre disponibili risulta che campeggi e villaggi italiani hanno prodotto un fatturato annuo di circa 2,3 miliardi e danno lavoro a circa 43.000 addetti. Negli ultimi anni la permanenza media dei turisti all’interno dei campeggi italiani è stata di circa 8 giorni. I turisti italiani si fermano mediamente ben due giorni in più rispetto ai turisti stranieri (9 giorni contro 7). Il 55% degli arrivi è formato da italiani, il restante 45% da stranieri. Negli ultimi dieci anni sono cresciute soprattutto le presenze dall’Est europeo (Russia, Repubblica Ceca, Polonia ed Ungheria) e da Paesi d’oltreoceano (Canada, Stati Uniti, Giappone e Australia). Quello del turismo ‘open air’ è un settore dinamico e vincente sui mercati europei grazie alla qualità dei prodotti offerti. Non è solo un fenomeno economico, ma anche sociale, perché genera aggregazione e tendenze. In campeggio è più facile socializzare: condividere strutture e spazi porta a vivere in un clima disteso e di massima apertura alle nuove amicizie.

Appuntamento, allora, con tutte le novità del settore ad Expolevante, che riserverà ampio spazio anche alla cultura, all’arte, alla nautica, alle attività subacquee, alle attrezzature per la pesca sportiva, agli articoli ed arredamenti per esterni, alle piscine, al gardening, al mondo dei motori, all’arredamento, all’antiquariato, agli hobby e ai videogiochi.


CONCLUSA BIT 2009

Si sono chiusi i battenti della “BIT 2009”, la più importante rassegna europea sul turismo. Confedercampeggio, dopo alcuni anni di assenza, è ritornata a parteciparvi con un proprio stand allocato nell’”Area Camper” del Padiglione 7, contiguo al vasto spazio assegnato all’Assocamp ed ai suoi Concessionari.
“Area Camper” non stava a significare l’esistenza dell’usuale “megaconcessionaria plurimarche”, bensì a voler sottolineare alle migliaia di visitatori che dell’ “Industria Turismo” fa parte integrante e sostanziale anche e soprattutto il turismo itinerante e campeggistico.
Forte l’affluenza di pubblico, ovviamente, interessato principalmente al turismo “fai da te”. Il nostro stand è stato contattato da tanti visitatori amanti del turismo itinerante e campeggistico; favorevoli i commenti per la nostra partecipazione – in rappresentanza dell’intero movimento – unitamente ai venditori ricreazionali.
Non è stata, pertanto, solo un’occasione per presentare prodotti o servizi agli operatori turistici ed al pubblico (nei giorni consentiti), ma anche una opportunità per ricercare nuovi contatti di lavoro e per instaurare nuove forme di collaborazione nell’interesse dei Soci.
Utilissima e significativa la presenza dei campeggiatori italiani e, quindi, di Confedercampeggio.
La vicinanza del nostro stand (piacevolmente supportato dal Presidente della Federazione Campeggiatori Lombardia) a quello dell’Assocamp ha permesso di contattare molte persone che non conoscevamo il nostro mondo e che chiedevano informazioni sull’utilizzo dei veicoli ricreazionali e sugli scopi perseguiti dal nostro Ente. A prescindere dai contatti avuti con curiosi o diffidenti e simpatizzanti, è stato molto bello fare due chiacchiere con diversi nostri soci (in particolare tantissimi provenienti dal Piemonte) che hanno avuto piacere di venirci a salutare.